Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Siipac e La Sentinella: 'Sul gioco serve una mediazione'

  • Scritto da Redazione

Il Siipac e La Sentinella credono che eliminare completamente il gioco non sia possibile e si rischia il ritorno dell'illegalità.

"In questi giorni, ripresa l’attività istituzionale, pare che la politica e le istituzioni ai vari livelli si stiano muovendo con determinazione per portare a compimento i cambiamenti tanto annunciati in materia di gioco d’azzardo”. È quanto affermano il presidente della 'Società Italiana Intervento Patologie Compulsive', Cesare Guerreschi e il presidente dell’associazione 'La Sentinella', Luigi Nevola.

“Bisogna però abbandonare il clima pre-elettoralistico e gli spot, perché eliminare completamente il gioco non è possibile e non è serio pensare di riuscire a farlo. Storicamente il proibizionismo è stata una delle pratiche più dannose per la salute pubblica e per la società. Anche eliminare completamente il gioco dai pubblici esercizi sarebbe un grave errore, come lo è provare a limitare l’offerta attraverso goffi tentativi, come fasce orarie o distanze da luoghi sensibili, che in realtà spesso non sono tali, perché creare aree o territori integralmente 'slot free' nel Paese non fa che favorire il crimine organizzato e il gioco illecito che subito colonizza quei territori andando a sostituire l’offerta legale con quella illegale, come dimostra il caso di Bolzano con i totem. In Italia siamo troppo abituati a passare da un estremo a un altro, troviamo una mediazione. Siamo convinti che la strada intrapresa sia quella corretta e che senza facili soluzioni, populismi, ma con la determinazione di arrivare presto ad una conclusione dei lavori che soddisfi tutti, tutelando la salute pubblica, ma anche gli operatori, si può giungere a una uniforme e seria regolamentazione del gioco in Italia.

Nei prossimi mesi la Siipac presenterà alle istituzioni e alla stampa l’analisi demoscopica completa realizzata a luglio”, conclude Guerreschi.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.