Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Awp: raccolta in calo e concentrazione del mercato, gli effetti della riduzione

  • Scritto da Ac

Dopo la riduzione del parco degli apparecchi da intrattenimento voluto dal Legislatore, diminuisce la raccolta e si concentra il mercato: ecco le quote per concessionario.

Se la raccolta del gioco pubblico, nel 2018, è sensibilmente cresciuta, insieme alla quota di proventi per l'Erario, il settore delle new slot ha registrato una diminuzione di quasi 1 miliardo e mezzo, passando dai 25,4 miliardi del 2017 ai poco più di 24 miliardi del 2018. In particolare, nel quarto trimestre dello scorso anno, si sarebbe registrata una diminuzione pari a circa il 5,9 percento, secondo le stime di GiocoNews.it sulla base dei dati provenienti dagli operatori.

Tutta colpa della riduzione del parco macchine, disposta dalla Legge di stabilità per il 2016 e attuata durante l'anno precedente, che ha portato a un completa ridefinizione del mercato, con il passaggio da circa 409mila apparecchi autorizzati all'esercizio agli attuali 235mila o poco più. Una contrazione che ha generato non pochi problemi agli addetti ai lavori e dalla quale scaturiscono nuovi equilibri.
 
LE QUOTE DI MERCATO - Dall'analisi condotta da GiocoNews.it sulla rete degli apparecchi, prendendo ad esame sempre l'ultimo trimestre del 2018, l'operatore leader in termini di quote di mercato continua ad essere Lottomatica Videolot, con circa il 15,9 percento della raccolta degli apparecchi collegati alla propria rete. Seguito da Snaitech con circa il 15,3 percento. In terza posizione si trova invece Global Starnet con un quota di circa il 13,2 percento, davanti a Gamenet con l'11,2 percento. Segue Hbg con circa l'8,8 percento, quindi Admiral e Sisal con circa il 7,8 percento ciascuno, poi Codere e Nts con circa il 5,9 percento del mercato, e infine Cirsa e NetWin Italia.
 
Quote di mercato per concessionario*
Lottomatica: 15,9%
Snaitech: 15,3%
Global Starnet: 13,3%
Gamenet: 11,2%
Hbg: 8,8%
Admiral: 7,8%
Sisal: 7,8%
Codere: 5,9%
NTS: 5,8%
Cirsa: 4.3%
NetWin Italia: 3,9%
*(Elaborazioni GiocoNews.it su dati Adm e operatori)
 
LA VARIAZIONE - A registrare la contrazione più netta, nell'ultimo trimestre, è Codere, che ha registrato una riduzione di circa il 13,5 percento della raccolta, seguita da Admiral con circa il 12,5 percento e NetWin con circa l'11 percento. Mentre la variazione minore è quella registrata da Hbg e pari ad appare l'1,4 percento nel periodo.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.