Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Tar Emilia: 'Limiti orari al gioco, non provati gravi pregiudizi'

  • Scritto da Redazione

Il Tar Emilia Romagna respinge istanza cautelare di società contro ordinanza che fissa orario di gioco giornaliero a 8 ore, per i giudici in modo ragionevole.

“Ad un primo, sommario esame della causa, il ricorso non contiene elementi per ritenerne ragionevolmente prevedibile un esito favorevole per i ricorrenti, tenuto anche conto dell’oggettiva ragionevolezza dell’orario di gioco giornaliero consentito dall’ordinanza impugnata (8 ore giornaliere), nell’ambito del necessario bilanciamento degli interessi in gioco (v. sent. Tar Emilia-Romagna-Bo-sez. 1^ n. 242/2019)”.

 

Con questa motivazione il Tar Emilia Romagna ha respinto l’istanza cautelare presentata da due società di gioco per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, dell'ordinanza del sindaco del Comune di San Prospero (Mo) e per la condanna al risarcimento del danno.

 

I giudici amministrativi quindi osservano che “parte ricorrente non ha comprovato che dal provvedimento impugnato derivi alla stessa un pregiudizio connotato da particolare gravità e da attualità, tenuto anche conto di quanto sopra precisato relativamente all’oggettiva ragionevolezza dell’orario giornaliero di gioco stabilito nell’ordinanza impugnata”.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.