Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il 29 ottobre si riunisce il Consiglio direttivo As.Tro

  • Scritto da Redazione

Nella prossima riunione del Consiglio direttivo As.Tro, il 29 ottobre, si parlerà di Noe, aumenti del Preu, attività nei territori, confronto con i costruttori.

Nulla osta di esercizio per gli apparecchi, aumenti del Preu, attività nei territori, confronto con i costruttori: sono alcuni dei temi che saranno all'ordine del giorno della riunione del consiglio direttivo dell'associazione As.Tro in programma per martedì 29 ottobre, a Bologna.

Di seguito il dettaglio dei lavori, così come illustrati in una nota diffusa dall'associazione.

"1. Introduzione del presidente Massimiliano Pucci:
a) ultimi aggiornamenti sulla questione dei Noe;
b) l’aumento del Preu previsto nella prossima legge di Stabilità: spunti di riflessione ed eventuali iniziative da intraprendere.
2. As.Tro nei territori:
Istituzione di una stabile struttura organizzativa nell’ambito dell’associazione per ottimizzare l’attività̀, da tempo intrapresa, di interlocuzione con Regioni e Comuni. A tal fine, il responsabile nazionale per i territori, Claudio Bianchella, coadiuvato dal portavoce dell’associazione, Pietro Ferrara, indicherà̀ i singoli responsabili regionali, la cui nomina verrà̀ ratificata dal direttivo.
Sulla questione dell’impatto delle normative territoriali sono previsti gli interventi di Matteo Copia e Sarah Viola.
3. Verso un contratto collettivo nazionale per i dipendenti delle aziende di gestione: sul punto interverrà̀ Pasquale Pinnetti.
4. Ratifica dell’accordo di collaborazione triennale tra As.Tro e Cgia Mestre.
5. Costituzione del Tavolo tecnico composto dai costruttori associati ad As.Tro e presieduto da Armando Iaccarino.
6. Ratifica dei nuovi consiglieri.
7. Presentazione dell’evento organizzato a Milano il 21 novembre 2019 per la presentazione, da parte della Cgia Mestre, della ricerca intitolata 'Percorso di studio sul settore dei giochi in Italia': sul punto interverrà̀ Federico Gambarini.
Conferimento alla Cgia di Mestre dell’incarico per realizzare un focus sulla situazione del comparto giochi in Lombardia.
8. Verso il 2022: riflessione sulle strategie che l’associazione intenderà̀ porre in atto per non giungere impreparata ad una scadenza che rappresenterà̀ un punto di svolta per l’intero settore.
Sull’argomento interverranno: Massimiliano Pucci, Armando Iaccarino e Pietro Ferrara".
 
Share