Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Limiti al gioco di Palermo, Tar: 'Sale chiuse per Covid-19, rinvio ad aprile'

  • Scritto da Fm

Il Tar Sicilia accoglie richiesta di rinvio della trattazione dell’istanza cautelare per l'annullamento dell’ordinanza sul gioco di Palermo a causa del fermo delle sale per l'emergenza Covid-19.


La sospensione delle udienze nei Tar per l'emergenza Covid-19 impatta anche sui limiti orari di Palermo in materia di gioco.

Il tribunale amministrativo del capoluogo siciliano infatti ha accolto la richiesta di rinvio della trattazione dell’istanza cautelare per l'annullamento dell’ordinanza firmata dal sindaco Leoluca Orlando a dicembre 2019, già fissata alla camera di consiglio del 24 marzo 2020, presentata da una società rappresentando l’attuale insussistenza di esigenze cautelari a causa della sospensione dell’attività disposta dall’art. 1, lett. c), del Dpcm 8 marzo 2020 fino al 3 aprile 2020.

"In base al sistema delineato dall’art. 84, commi 1 e 2, del Dl n. 18/2020, dal giorno 8 marzo 2020 e fino al 15 aprile 2020 (inclusi) tutti i termini relativi al processo amministrativo sono sospesi; e la trattazione collegiale è fissata a una data immediatamente successiva al 15 aprile 2020; con l’eccezione delle ipotesi di accoglimento, totale o parziale, con decreto monocratico, in cui, ove possibile, la trattazione collegiale in camera di consiglio è fissata a partire dal 6 aprile 2020", si legge nel decreto del Tar.
 

Evidenziato che "non sussistono i presupposti per l’applicazione della deroga di cui al citato art. 84, co. 2 e, pertanto, la trattazione collegiale non può essere fissata durante il periodo di sospensione", i giudici amministrativi quindi hanno rinviato la trattazione dell’istanza cautelare alla camera di consiglio del giorno 21 aprile 2020.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.