Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Adm: 'Manutenzione straordinaria apparecchi fino al 4 maggio'

  • Scritto da Amr

L'Agenzia delle dogane e dei monopoli proroga i termini di alcune disposizioni relative agli apparecchi da intrattenimento: nuova scadenza il 4 maggio.

In considerazione delle ulteriori disposizioni attuative del Dl recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza Covid-19 e che sono efficaci fino al 4 maggio, si devono ritenere "prorogati sino a tale data i termini in scadenza il 13 aprile" indicati dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli e riferiti "al settore degli apparecchi da intrattenimento". Lo si legge in una nota ai concessionari degli apparecchi da intrattenimento della Direzione giochi ufficio apparecchi da intrattenimento dell'Adm, in riferimento a quanto era stato disposto il 3 aprile scorso.

LA NOTA DEL 3 APRILE - Quanto alla sospensione dei termini decadenziali dei titoli autorizzatori e altri termini, Adm aveva in quella circostanza chiarito che "di seguito a quanto disposto" alla nota del 12 marzo in relazione al termine decadenziale di cui all'articolo 38, comma 5, della legge 23.12.2000, numero 388, previsto per le ipotesi di temporaneo mancato collegamento alla rete telematica, anche il periodo dal 4 al 13 aprile non sarà computato ai fini del decorso dello stesso".
La sospensione del termine decadenziale "deve intendersi riferita anche ai termini vigenti per i procedimenti inerenti alla cessazione di efficacia dei titoli autorizzatori, alla rottamazione (...) nonchè alle istanze di rilascio di Noe in sostituzione dei corrispondenti già cessati ovvero ai procedimenti la cui conclusione necessita della materiale consegna di documentazione all'Ufficio competente".
Inoltre, "in relazione alle eventuali richieste di modifica/sostituzione degli apparecchi da intrattenimento", presentate dal 4 al 13 aprile nell'ambito della procedura straordinaria per riduzione del payout "è consentita la consegna differita del dispositivo e dei titoli autorizzatori".

I termini precedentemente indicati sono stati dunque posticipati al 4 maggio e il dirigente Antonio Giuliani chiarisce che "la proroga suindicata deve intendersi riferita anche al decorso del termine di 90 giorni previsto per l'associazione tra il dispositivo di controllo (smart card) rilasciato dall'Agenzia e la scheda di gioco".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.