Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Piemonte, Sts: 'Ecco come reinstallare le slot nelle tabaccherie'

  • Scritto da Redazione

Il Sindacato totoricevitori sportivi spiega come presentare l'istanza per reinstallare nelle tabaccherie le slot autorizzate al 19 maggio 2016, secondo la nuova legge sul gioco del Piemonte.

Mentre per oggi, 7 settembre, al consiglio regionale del Piemonte è calendarizzato l'esame della legge annuale di riordino dell’ordinamento regionale – comprensiva di alcune modifiche alla normativa sul gioco approvata circa due mesi fa, dopo i rilievi sulla sua legittimità mossi dal ministero dell'Interno – il Sindacato totoricevitori sportivi fornisce alcuni chiarimenti su come presentare l'istanza per reinstallare le slot, secondo le norme ora in vigore.

Secondo la nuova legge regionale adottata dalla Giunta del Piemonte, infatti, i tabaccai che avevano installato apparecchi da gioco alla data del 19 maggio 2016 potranno reinstallarli anche se ubicati sotto distanza dai luoghi sensibili previsti dalla stessa legge. L’operazione non è tuttavia automatica.

 

“La reinstallazione delle slot – consentita anche se, nel frattempo, sia intervenuto un cambio di titolarità nella rivendita – è infatti subordinata alla presentazione di apposita istanza al soggetto competente, vale a dire il Comune trattandosi di fatto di una richiesta di rilascio di nuova licenza di cui all’articolo 86 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza”, ricorda Sts.
“Come abbiamo già comunicato all’indomani della pubblicazione della legge nel Bollettino ufficiale della Regione, è dunque fondamentale prendere contatto con i competenti uffici del Comune di sede della rivendita onde acquisire ogni informazione utile alla presentazione della domanda oltre che eventuale modulistica predisposta dal Comune stesso.
In caso di controlli da parte delle autorità competenti, la mancata esibizione della copia dell’istanza di reinstallazione protocollata dal Comune ovvero della licenza eventualmente rilasciata in seguito all’istanza stessa potrebbe dare luogo a contestazione con riferimento alla violazione del Tulps”.
 
La nota diffusa dal Sindacato totoricevitori sportivi quindi precisa che “per la presentazione dell’istanza di reinstallazione, la legge regionale fissa il termine del 31 dicembre 2021 decorso il quale non si potrà più rivolgere alcuna istanza al Comune con la conseguenza che le tabaccherie prossime i luoghi sensibili non potranno più reinstallare le slot a suo tempo dismesse.
Agli associati piemontesi che non l’avessero già fatto, consigliamo quindi di rivolgersi al competente ufficio comunale senza attendere oltre”.
 
Infine, si ricorda, che “la reinstallazione degli apparecchi richiede anche la necessaria iscrizione del titolare all’elenco Ries da effettuare contestualmente all’ottenimento della nuova licenza. In sede di istanza di “reiscrizione” telematica, nella sezione dedicata ai titoli autorizzatori posseduti, sarà pertanto necessario indicare gli estremi della nuova autorizzazione derivante dall’istanza di reinstallazione sopra richiamata”.
 
Share