Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Mobile e Tablet Gambling summit: “Il giocatore prima di tutto per conquistare il futuro"

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it
  • Published in Generale

Londra – Oltre 200 rappresentanti dell'industra del gaming si sono incontrati al Mobile & Tablet Gambling Summit Europe ospitato dal'Hilton Tower Bridge di Londra. Un vertice che rappresenta l'unica occasione annuale in cui i professionisti del gioco mobile possono stare insieme per una serie di sessioni guidate da esperti dell'industria, intervallati da ampie opportunità di networking. Tra i relatori, presenti i rappresentanti dei colossi dei social media Facebook e Twitter, di operatori come Paddy Power, Betsson e Betclic e l'esperto di gioco sul telefonino Aideen Shortt come moderatore. GiocoNews.it è Official Partner dell'evento.

 

 

ESPERIENZE MULTI CANALE - La sessione dal titolo: "Offrire una perfetta esperienza multi-canale" ha accolto il capo della sezione Mobile di Betsson, Simon Lidzen, il product manager di scommesse sportive online di Paddy Power, James Grimes, e il responsabile della tecnologia di Mobenga, Lars Widmark. Lidzen ha iniziato la discussione mettendo in evidenza la linea di fondo - il prodotto mobile è facile da usare? Ha poi parlato delle sfide rappresentate dal dover gestire una soluzione multi-marchio poiché Betsson gestisce separatamente un certo numero di siti web con veri brand dando assistenza su diversi mercati in Europa. "Occorre focalizzarsi su ogni punto chiave del percorso di ogni cliente, in tutta la strada, dall'accesso al prelievo", ha consigliato Lidzen.
Widmark ha aggiunto che nella telefonia mobile è più importante precompilare il processo di registrazione in quanto i clienti di telefonia mobile hanno meno pazienza di inserire i dati rispetto a quello che farebbero sul desktop. Una tesi che ha raccolto anche il consenso di Lidzen il quale ha aggiunto che per la telefonia mobile "semplicità, velocità e trasparenza" rappresentano tutto. I clienti vogliono piazzare una scommessa e piazzarla in fretta.

L'IMPORTANZA DELLA PERSONALIZZAZIONE - "La personalizzazione rappresenta il nostro Santo Graal", ha aggiunto Grimes. L'obiettivo di Paddy Power è quello di identificare le aree sul proprio sito dove la personalizzazione è rilevante e realizzarla in modo gestibile in termini di tecnologia e di costo. Un esempio di dove la personalizzazione sarebbe rilevante è la homepage: "Se l'80% delle persone trova quello che vuole nella nostra homepage, è una grande vittoria", ha spiegato Grimes.
Il tema della comunicazione del giocatore è stato discusso, con Lidzen che conferma che la sua squadra sta "investendo pesantemente" in comunicazione con il cliente, per essere nel posto giusto al momento giusto. Grimes ha aggiunto che Paddy Power utilizza i dati per coinvolgere i giocatori nel modo in cui vogliono essere coinvolti - ad esempio se sono pionieri e amano cercare nuovi prodotti, inviategli una e-mail o un Ssm invitandoli a provare un nuovo prodotto quando sarà lanciato.
A tirare le conclusioni è stato Shortt, che ha ben riassunto il quadro completo spiegando come è necessario "Cominciare a pensare al cliente e non al prodotto, se si vuole un'esperienza perfetta".

MERCATO ORIENTATO AL CONSUMATORE - L'incontro di oggi "creare un mercato rivolto all'esperienza dell'utente" ha visto tra i relatori Geoff Read, Ad di Dab Gaming, Jeremy Longley, responsabile della tecnologia di Pkr ed Erik Gullstrand, responsabile del gioco mobile per Quickspin. Secondo Read: "Tutta l'innovazione sta avvenendo nel social. I migliori giochi nella mia mente in questo momento sono nel social", ha dichiarato. Allo stesso tempo ha aggiunto che l'industria del gioco social ha solo tre o quattro anni e sta ancora imparando - “tutto è un esperimento costante”, ha spiegato.
Secondo Read, una zona per il miglioramento social sarebbe quella di abbandonare la confusione sugli schermi – aziende social che aggiungono funzionalità e pensano che questo sia fonte di confusione per i giocatori. "Il social sta riuscendo a capire come rendere l'esperienza un po' più facile per arrivare al giocatore".
Con la stessa linea ha consigliato agli operatori di costruire un gioco per telefonino da zero a differenza di spostare un gioco dal desktop al telefonino. “Cercare di stipare un massiccio prodotto per desktop in un piccolo schermo comporta semplicemente un eccesso di informazioni e si finisce col creare un'interfaccia utente pesante”.

TABLET PIU' REDDITIVI - Alcuni altri punti interessanti portati alla luce da Read comprendono la monetizzazione via tablet che vale da cinque a dieci volte più che sul telefonino, almeno quando si tratta di social. Molto di questo è dovuto al fatto che i clienti giocano con giochi social mentre sono sul divano e guardano la Tv piuttosto che sul treno – il tablet è un dispositivo nettamente più adatto per questo tipo di comportamento.
In termini di soddisfazione del giocatore, Read ha suggerito di studiare un successo come Candy Crush dove il 40% dei suoi giocatori "pagano per giocare". "Cercate di capire come ci si sente a giocare a questo gioco", ha dichiarato. Scoprite cosa eccita il giocatore - stella d'oro contro stella rossa, gareggiare con gli amici, fare un nuovo livello e così via.
Quando si tratta di poker sul telefonino, Longley ha sottolineato che la liquidità è meno importante di quanto lo sia per i desktop. "Scoprite quello che i giocatori vogliono e indirizzateli al tavolo appropriato", ha spiegato.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.