Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Liquidità condivisa, tre regolatori Ue lanciano appello ai mercati regolati

  • Scritto da Redazione
  • Published in Generale

Francia, Spagna e Portogallo lanciano l’appello agli altri mercati regolati per allargare il mercato condiviso di poker online.

Londra - Parte da Ice Vox di Londra, nel seminario organizzato da Gioconews.it e moderato da Christian Tirabassi di Ficom Leisure, l’appello dei primi tre paesi che cooperano ormai da oltre un anno nel nuovo mercato di liquidità condivisa di poker online. A partecipare all’incontro londinese “Liquidità internazionale: Un boost per il business e per la cooperazione europea”, Clement Martin Saint Leon, Head of Markets dell’authority francese Arjel, Guillermo Olagüe, Sub Director of Gaming Regulation della Spanish Gambling Authority e Manuela Bandeira, Director Department of Gaming Regulation del Portogallo.

FOCUS SULL'ITALIA - La prima curiosità è quella relativa all’Italia. Tutti hanno espresso rispetto per la momentanea decisione del nostro Paese nel non partecipare per il momento al mercato condiviso ma ne hanno richiesto come al solito la partecipazione: “Saremo tutti molto felici se l’Italia si unisse a noi”, hanno detto i tre paesi uniti.
L’apertura è massima, comunque, purché questi siano mercati regolati e facciano parte dello Spazio Economico Europeo. Domani approfondiremo la tematica con le parole dei singoli regolatori ma, intanto, l’apertura c’è anche se i tre Paesi giurano di non aver ancora delle trattative avanzate con un mercato in particolare.
C’è l’apertura anche alla massima liquidità mondiale, la dot com, che offre i maggiori stimoli del mercato ma, tuttavia, presenta ancora qualche criticità di troppo nell’implementazione delle piattaforme.

IL TEMA SICUREZZA - Da sottolineare, invece, la valutazione della liquidity sharing da parte degli operatori sul tema della sicurezza che è davvero altissima. Una risposta alle motivazioni dei detrattori della liquidità condivisa. Grande entusiasmo, grande soddisfazione e complicità tra gli operatori intervenuti al seminario Ice Vox di Gioconews. L’Italia c’era, a modo suo, e continua a rappresentare il sogno dri paesi regolati europei che continuano a mandare segnali di stima e di invito al nostro Paese, senza mai polemica ma con l’entusiasmo e l’ambizione che caratteri.- questo progetto ormai concreto e decisamente in crescita.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.