Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Cassazione: 'Se gestore non versa il Preu commette il reato di peculato'

  • Scritto da Fm
  • Published in Generale

La Cassazione rigetta il ricorso dell'amministratore unico di una società di gestione del gioco per essersi appropriato di 270mila euro che avrebbe dovuto versare come prelievo erariale.

"Considerato il ruolo attivo del gestore nella materiale attività di raccolta del gioco pubblico, bisogna ribadire che commette il reato di peculato il soggetto che non ha riversato al concessionario le somme dovute in ragione della raccolta realizzata".

Parola della Cassazione, che così si esprime rigettando il ricorso contro la condanna alla reclusione per reato continuato e peculato comminata all'amministratore unico e legale rappresentante di una società incaricata del pubblico servizio di curatore della gestione telematica del gioco lecito con apparecchi posti a sua disposizione a seguito di stipula di contratto con una concessionaria per essersi appropriato, con più azioni, di circa 270mila euro, pari al versamento di prelievo unico erariale che avrebbe dovuto effettuare, e di 56 punti di accesso con relativi cavi, connettori e antenne di proprietà della persona offesa.

Nel caso di specie, si legge nella sentenza, "l'imputato non contesta il fatto storico dell'appropriazione, eccependo l'assenza della qualifica di incaricato di pubblico servizio in capo a sé medesimo, chiedendo di riqualificare la condotta nella figura incriminatrice dell'appropriazione indebita". Ma "la condotta appropriativa del ricorrente, rivestendo la qualifica di incaricato di pubblico servizio, non può che essere univocamente sussunta nell'area della fattispecie incriminatrice del peculato, come già affermato dalla giurisprudenza di legittimità.

Il reato deve considerarsi consumato fin dal momento in cui, in pendenza del rapporto contrattuale di concessione, il ricorrente si è illegittimamente appropriato delle somme di pertinenza erariale venute in suo possesso grazie alla funzione svolta".

 

Share