skin

Ippodromo Snai San Siro, il premio Castelletto Ticino clou della 47^ giornata

23 settembre 2022 - 14:33

All'ippodromo Snai San Siro la prova tecnicamente più valida della 47^ giornata stagionale è quella per cavalli di 2 anni su una distanza di un miglio allungato e in pista media.

Scritto da Redazione
Ippodromo-SanSiro-set22_980.png

All’Ippodromo Snai San Siro di galoppo fine settimana di alto livello. Dopo la giornata di corse di sabato 24, con il Premio del Piazzale e il Premio Cancelli, anche il programma di domenica 25 è pronto a regalare emozioni. Al via dalle ore 14:35, la prova tecnicamente più rilevante la si trova nella seconda uscita, per il Premio Castelletto Ticino – Trofeo Grazyna Fedre -, ed è valida per i debuttanti, puledri di 2 anni, su una distanza abbastanza impegnativa, il miglio allungato, sulla pista media. Una corsa alla quale è suggerito un passaggio al tondino per verificare lo stato dei partenti, anche se Conte Attilio, dal pedigree importante, potrebbe tagliare il traguardo per primo. A far da contraltare Strong Alpha, Montreal e Time Floyd. Anche alla quinta corsa, Premio Oglio – Trofeo Mariella Tissone, trovare un favorito è difficile per un handicap di buona categoria per i velocisti puri di 3 anni ed oltre sulla distanza minima. Ci potrebbe essere Enigma Code tra i primi da tenere in considerazione, dato che è rientrato in maniera promettente e sulla pista milanese trova un terreno più gradito. Oppure Funny Version, reduce da cinque secondi posti di fila, altrimenti Gregarious Girl, anche lei in forma top. da non sottovalutare Shemoon. Pari chance, rispetto a quelle citate in precedenza, le possiede anche Elisir.

Per restare alla cronologia del programma, l’apertura della riunione di corse vede protagonisti i 3 anni per il Premio Scuderia Sir Rholand – Trofeo Enzo Monterosso -, una maiden sui 1.400 metri in dirittura in cui, tra i partenti, l’importato Schiele avrebbe un’ottima opportunità di successo se fosse in una condizione vicina ai riferimenti della sua carta; ma è Trillo a rappresentare l’opzione meno rischiosa. A seguire Paradise Cake e Davabina, con quest’ultima che potrebbe essere la sorpresa.

Anche nella terza prova resta in azione la generazione più giovane con una nursery per i velocisti sui 1.200 metri di categoria ordinaria per il Premio Naviglio Grande – Trofeo Annelise Atzori -. Anche se è sbagliato sbilanciarsi con i 2 anni nei primi handicap, ma i primi due della perizia paiono un gradino sopra gli altri tre, e Silando a sua volta si fa leggermente preferire per la sua maggiore confidenza sul tema della velocità, con il furlong in più che non dovrebbe dispiacergli. Love Tear è appunto la rivale dichiarata, e se da un alto deve dimostrare la sua efficacia come sprinter, dall’altro ha delle linee più solide, senza contare la sua sfortunata ultima apparizione. A metà riunione, per la 4^ corsa, tornano di scena i 3 anni, per la seconda delle due maiden loro riservata, quella sul doppio chilometro di pista media.

Nel Premio Scuderia Aterno – Trofeo Mariolina Morciano -, il tasso di competitività è migliore rispetto alla maiden di apertura di giornata. Sopran Meneghino sta correndo molto bene in contesti belli tosti, offrendo dei numeri che basterebbero per chiudere questa partita. King Of Love e l’importato Fortune Maker sono finiti terzi in parità in una prova analoga a Roma e sono logicamente in primissima linea, e con loro c’è anche Bancodorio. Cajamarca e Grey Wisteria meritano a loro volta considerazione.

Dopo il Premio Oglio in quinta, ecco si torna sul doppio chilometro per un altro handicap di buona categoria in pista media per giovani ed anziani valida come Premio Mesero – Trofeo Francisco Xicofran -, con gli ospiti toscani Rainmakker, che scende non poco di categoria, e Tremor, decisamente caldo nel periodo, che fanno particolarmente paura. Attenzione anche a Il Ginodellecacce, che ha corso meglio di quanto non dica il risultato nella sua ultima sortita su una distanza un filo corta, auspicando che ora potrà rendere al meglio del suo potenziale. Papaverirossi, Ladridibiciclette e King Winker formano un altro terzetto di candidati più che seri. La bella domenica di corse all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano termina con un altro handicap della stessa buona categoria dei precedenti, e sempre per tutte le età anche se si accorcia sul miglio.

Il Premio Parabiago – Trofeo Giuliano Ottaviani – non è di facile lettura, ma la possibile nomination per Diamond Dougal, di nuovo molto valido in estate dopo un finale di primavera in calo, è possibile dato che è più a suo agio sulle piste selettive. A contrastarlo ci sono Canticchiando e Folki che si presentano ancora insieme dopo un piazzamento solido a livello analogo, ma anche She Looks Like Fun non si può sottovalutare, e con Gingi Life che l’ultima volta non ha avuto un percorso felice e Curandero che sta correndo con profitto.

Altri articoli su

Articoli correlati