skin

Oltre 2 milioni in palio al Battle of Malta, il blog live del Turbo e del Day2!

09 ottobre 2022 - 15:24

Segui gli aggiornamenti del Battle of Malta tra il Turbo e oltre 4,300 entries per oltre 2 milioni in palio.

Scritto da Cesare Antonini
BOM 2022-80.jpg

ORE 1:30, EUGOL C'È ANCHE AL DAY2! ALLA RICERCA DEL CHIP LEADER GLI ITALIANI BRILLANO TRA I 208 PLAYERS AL DAY3

Sono 208 i players qualificati al Day3 del Battle of Malta, evento che ha superato i 2 milioni di euro garantiti. E i sopravvissuti vanno a caccia della prima moneta da 302.000 euro e hanno già in tasca 1.650 euro per i loro sforzi finora.

In attesa del report finale, del count e del redraw, abbiamo Eugenio Eugol Sanchioni a 1,5 milioni dopo aver perso un colpo da 200.000 nelle ultime mani. Per lui una giornata “senza mai bluffare ma con due flip vinti che mi hanno portato in alto e un pot importante over pair vs over pair contro la Aubarikova (la giocatrice kazaka alla sua sinistra, Ndr) e alla fine ho imbustato così”.

Giovanni Nava danneggia il suo torneo, non certo per colpa sua, visto che si ritrova in un all in 3way AA vs JJ e QQ con il player coi fanti che prende proprio un Jack.

Altri big stack? Claudio Barone 1.432.000, Luca Atzeni, 1.290.000, Marco Siciliano su quel livello, poi Danilo Donnini a 848.000 e quindi più short Andrea Fossati e Salem Issam sulle 400.000, Giorgio Soceanu a 200.000 mentre boom per Nicola Sasso a 668.000 chips.

Sono 698 le entries ufficiali per il Day1F Turbo con le iscrizioni totali che salgono quindi a 4.342 doppiando il garantito di partenza da 1 milione di euro a quota 2.084.160 e fissando un altro grandissimo risultato per il Battle of Malta, per la location e per il poker europeo.

In gioco ora sono 360 e a premio andranno in 105 che si uniranno ai 545 dei primi cinque flight per un totale di 650 giocatori. Sono questi quelli che, dalle 20, giocheranno fino alle 1:00 per poi ritrovarsi alle 14 di lunedì per il Day3 che inizierà a scalare i premi già importanti.

La media torneo è di 48.000 e andiamo a vedere chi c’è!

ORE 00:45, ULTIMO LIVELLO DI GIORNATA, SANCHIONI CHIP LEADER MA BENE VALENTINOS, SICILIANO, DONNINI MENTRE RISALE PETRUZ E D'ALTERIO PERDE IL TRONO

Continuiamo con gli aggiornamenti quando entriamo nell’ultimo livello del Day2 del Battle of Malta , il 6000/12000/12000 con average 424.000 e 256 players ancora in gioco. Una “strage” pokerista di quasi 400 players e un’ora ancora per dover sopravvivere.

Super stack per uno dei protagonisti dei Flight di qualificazione, Diola Valentinos, che ha davanti 1,4 milioni mentre continua a rimanere sugli 1,3 milioni Marco Siciliano, ovviamente dalla Sicilia.

Al tavolo di Danilo Donnini continui sali e scendi. Danilo risale a 829.000 ma Castagnolo, che aveva chiuso un super poker di Kappa salendo oltre 1 milione. Poi Johnny Kelly ha vendicato Donnini, se così si può per dire, visto che coi Kappa, stavolta lui, porta via 400.000 a Castagnolo salendo in stack e facendo scendere a 600.000 l’altro azzurro.

Risale a 750.000 Federico Petruzzelli, passato al turbo finale, sceso a 130.000 all’inizio del Day2 e ora cresciuto a quasi due volte la media.

Grande stack per Omer Azulay che sale a 880.000 mentre Grimaldi è short e Carmelo Osman di Domusbet è a 200.000.

Nicola sasso sopra average c'è Nicolaj D’Antoni a 300.000.

Brutto colpo per Luigi D’Alterio che entra in  un pot in 3way contro due short perdendo 230.000 chips con A♥K♦ vs 10♣10♠ vs A♣J♥ e il player coi 10 li setta e porta via tutto agli avversari. D’Alterio sarebbe andato oltre i 2 milioni mentre Eugol Sanchioni, sale proprio a 2 milioni di chips ed è probabilmente il chip leader di questa fase finale.

ORE 23:00, FIELD DIMEZZATO DOPO 3 LIVELLI CON FANTOLI CHIP LEADER, BENE BENEDETTO, DONNINI CHE PERDE CONTRO POKER DI K DA CASTAGNOLO

Super Daniel Fantoli, l’ungherese esploso al Day2 dopo due livelli con 1,3 milioni di gettoni quando la media è 338.000 chips e i players in gioco sono 320 su 650 entries.

Ottimo stack anche per Angelo Benedetto che sale a 580.000 chips ma il torneo è cambiato per un altro azzurro, Danilo Donnini, che è ancora al doppio dell’average con oltre 600.000 ma aveva oltre 1 milione di gettoni. Poi, su una colpo, con AA ha visto uscire un flop KKK. Si sentiva forte ma l’avversaro, Gaetano Castagnolo Montagno, aveva KQ. Per fortuna di Donnini non è riuscito a portargliele via tutte per come ha condotto il colpo. Castagnolo sale, quindi, a oltre 1 milione di chips.

In average Pierre Devono, Pasquale Grimaldi a 240.000 mentre Pasquale Vinci è assai short. Diversa la situazione per Militoadis Tompoukidis che vola a 550.000 mentre deep anche Nicolaj D’Antoni che sale a 440.000 chips

Maurizio Saieva short mentre si accorcia Federico Petruzzelli che esce di 134.000 su un board K♥Q ♠6 ♠9♣6♣. L’avversario manda i resti e Petrux passa mostrando 10♠J♣  e si accorcia a 170.000 chips.

ORE 18:45, AZZOPARDI AL COMANDO DEI 105 PLAYERS QUALIFICATI DAL TURBO, LA PESCAGLINI FINALMENTE C'È, BENE BENEDETTO, IMPERATO E FIRETTO

La battaglia del Day1F del Battle of Malta la vince un maltese. È Charlo Azzopardi, player storico dell’isola, settimo della sua nazionalità per vincite nei tornei ufficiali, a comandare con 625.000 gettoni (nella foto) “Una giornata ideale”, ha commentato semplicemente il maltese.

La bolla, invece, la causa Susan Williamson, giocatrice di Flip, l’organizzazione di poker femminile, che chiama l’all in dal cutoff proprio sulla sua apertura: QQ vs 99 e, la “dama”, vince con le “dame” e manda se stessa e altri 104 players a premio.

In attesa del redraw questa è la situazione dei migliori stack.

Peccato per Maurizio Saieva che perde uno showdown JJ vs 88 e 8 al river, pot da 300mila che lo fa chiudere a 120.000.

Salem Issam sempre più in forma con 393.000 chips, Angelo Benedetto chiude a 302.000, Giuseppe Firetto a 319.000, Giuseppe Imperato sale a 441.000 mentre Cecilia Pescaglini imbrocca proprio all’ultimo flight dopo sette bullet e imbusta 229.000 gettoni.

Bene anche Davide Nughes a quota 221.000 e più short ci sono Gianluca Mattia a 132.000, Agostino Ascone a 125.000 e il winner di aprile, Giuseppe Rosa, a 75.000 gettoni. Lyudmila Rudova corta ma c’è!

ORE 17:00, CI AVVICINIAMO ALLA BOLLA DEL TURBO, BENE AZZOPARDI E BENEDETTO!

Ancora lontani dalla bolla del Day1F Turbo che manderà al Day2 di stasera alle 20 ben 105 players che si uniranno ai 545 già qualificati.

Mentre l’organizzazione decide il payout e un paio di news le abbiamo già ma non possiamo rivelarle, sono 148 i players in gioco ed emergono due ottimi stack, quello di Charlo Azzopardi a quota 365.000 chips e Angelo Benedetto (nella foto con Lyudmila Rudova) sulle 315.000 quando la media è di 106.000 chips al livello T40000. L’azzurro, a fianco di Lyudmila Rudova che cerca di resistere short, è salito “piano piano uncotested senza aver usufruito di colpi importanti e che l’hanno fatto raddoppiare

Bene anche Dario Talio a quota 250.000 chips, Stephane Roux vince 9-10 vs AK e prende Kappa e vola sulle 200.000.

A raddoppiare Loris Fabbri che manda i resti da cutoff sull’open di un player da mp e trova il call dal bottone. A10 vs A6 e board: KQAK6 e moltiplica per due le 73.000 chips shovate oltre a prendersi anche i bui e salire quindi oltre le 150.000.

Intorno all’avverare Alessandro Adinolfo, Paul Zehetleitner, Alfonso Simone che però è crollato, Luca Micalef, Maurizio Sapeva sotto media.

Altri due ottimi stack sono quelli di Shaun De Cesare a 220.000 e Salem Issam a 210.000.

ORE 15:00, PESCAGLINI ON FIRE AL SETTIMO BULLET, CI RIPROVANO IN TANTI, ALFONSO SIMONE È IL MIGLIORE

Cecilia Pescaglini al settimo bullet finalmente ingrana con colore nuts al flop e l’avversario gli sbatte in faccia 50.000 gettoni con flush draw. Ora sale a 120.000 chips. Prima tanti showdown persi e giornate durissime per la toscana doc che ha urlato “Yes lo sapevo!”.

Ai tavoli troviamo Gianluca Trebbi che spinge per cercare di qualificarsi con un ottimo stack. Charlo Azzopardi, monegasco trapiantato ormai a Malta con 140mila euro vinti prevalentemente sull’isola, vola a 130.000 chips. Bene Salvatrice D’Urso mentre Rene Wasnaire, belga, sale a 110.000.

Ci riprova Angelo Benedetto sulle 70.000, Daniele Sacchi sulle 65.000, Lyudmila Rudova in average, sale bene Carmelo Barbagallo a 110.000. Sabatino Tortorella a 75.000 mentre Flaviano Cammisuli non decolla.

Bene Alfonso Simone che vola sulle 140.000. In una mano vince bene ma con KK non riesce a prendere tutte le chips agli avversari.

Apre Salem Issam da under the gun 3.600 al T1.600, call cutoff e Alfonso Simone da bottone 3bet 11.500. Passano tutti e i Kappa non lo fanno schizzare ma sale comunque in alto nel count.

David Bravin ci prova con 33.000 chips, shortissimo Ale Minasi mentre Pasquale Mancini è sotto media.

Altri articoli su

Articoli correlati