skin

Las Vegas, uomo impazzito salta su un tavolo dei dadi e butta soldi e chip in aria

20 giugno 2024 - 08:15

Pazzo o ubriaco o solo in tilt? Un giocatore in un casino di Las Vegas salta su un tavolo di craps e getta in aria banconote e chip mentre la sicurezza prova a braccarlo.

Scritto da Ca
casinocraps.png

Sta diventando virale su X un video di un giocatore visibilmente ubriaco che è saltato all’improvviso su un tavolo da craps di un casino di Las Vegas (non si capisce ancora quale sia dalle immagini, forse a downtown)  spargendo tutte le chip in gioco e del croupier su tutto il tappeto su cui si puntano e si lanciano i dadi. 
Nei 30 secondi si vede l’omino resistere ad alcuni tentativi del personale di agguantarlo e di farlo scendere. Evitate le prime strattonate l’uomo si è sdraiato tenendosi la testa e stringendosi ad essa un cappellino rosa. Il giocatore che sembra di origini asiatiche, sarà stato portato via dalla casa da gioco. 
Secondo la pagina Las Vegas Actually che raccoglie tutti questi fatti bizzarri e le tendenze della Sin City, “la security dei casino dovrebbe avere il taser per sedare queste situazioni”. Verrebbe da pensare che stranamente questo strumento non è in dotazione agli addetti alla sicurezza. Di sicuro la polizia ne è dotata ma di solito si tende a non farla intervenire per gestire la situazione e tutelare i giocatori. 

Il video è stato ripostato ironicamente anche dal player Matt Glantz che ha commentato il suo tilt rispetto all'andamento dei suoi tornei alle Wsop:

 

Il tilt da un'altra angolazione

In un altro video l’uomo è in ginocchio e sembra essersi slacciato anche i pantaloni e prende a grandi brancate chip e banconote e le lancia per tutto il casino. Un funzionario sembra quasi divertito ma la security sta intervenendo e il video si interrompe. 
Seguiremo gli sviluppi ma, va detto, con tutte le storie che si incrociano e accadono nella capitale dell’azzardo questi casi non sono frequenti. La sicurezza funziona molto bene e dopo i casi di prima della pandemia tra rapine a mano armata e sparatorie sembra che la cronaca registri una notevole discesa di casi. Almeno per quello che si percepisce dall’Italia e per quello che viene comunicato. 

 

 

Altri articoli su

Articoli correlati