skin

Poker e alta finanza, le analogie tra gioco e investimenti high stakes nel segno dell’inclusione

07 novembre 2022 - 10:09

Il caso di Jenny Just, una titolare di un fondo di investimenti, che ha scovato nel poker le lezioni giuste per favorire le donne.

jennyjust.png

"Ho giocato a poker per tutta la mia carriera, semplicemente non lo sapevo”. Si chiama Jenny Just, ed è la co-fondatrice di Peak6 Investments, ha fatto fortuna nel mondo ad alto rischio delle options trading e lo ha fatto contro ogni previsione in un settore dominato dagli uomini. Quante analogie ci sono con l’Hold’em? Lo ha capito subito Jenny che ha dovuto affrontare le stesse difficoltà delle giocatrici quando si siedono al tavolo. 
Quando Just era al Chicago Board Options Exchange all'inizio degli anni '90 era una delle poche donne. "Non è molto diverso oggi", ha detto nel programma CNBC Disruptor 50 Summit.
Ci sono ancora troppo poche donne nella finanza e nella fintech in generale, dice, ma aggiunge: "Non c'è motivo per cui le donne non possano essere uguali nel lavoro di allocazione del denaro".
Ma come è arrivata a capire che il poker poteva essere utile oltre che simile alla stessa situazione che si vive nelle room dal vivo? È arrivata al gioco di carte per caso come forma di educazione per le ragazze.
La figlia di Just stava perdendo una partita di tennis nel 2019 e lì ha capito che non stava elaborando strategie in campo, non sapeva comportarsi in base all'analisi del flusso del gioco e di ciò che probabilmente sarebbe successo dopo. Ciò ha portato a un esperimento di poker con sua figlia, le amiche di sua figlia e le loro madri.
"Dalla lezione 1 alla lezione 4, i cieli si sono aperti", ha detto. “Era magico.”
Ho appena avuto il suo momento di rivelazione durante l'esperienza di guardare le ragazze imparare a giocare a carte. "Ho giocato a poker per tutta la mia carriera, semplicemente non lo sapevo", ha detto.

L'allocazione del capitale, ad esempio, è un'abilità che il poker può aiutare a migliorare, perché è molto simile a come si gestisce lo stack. Un programma interno a Peak6 Investments per responsabilizzare le donne nella finanza ha portato il 36% degli allocatori di capitale a essere donne, un "numero straordinario", in un mondo della finanza in cui anche le banche più grandi hanno solo dal 4% al 5 % di donne negli ultimi ruoli decisionali.
"In qualsiasi settore, non importa solo nella finanza, quei soldi al tavolo sono incredibilmente importanti", ha detto Just. "Anche nei modi più piccoli, arrivare a tavola... la prima lezione riguarda il coraggio di sapere quanto ci vuole a una donna per sedersi a quel tavolo", ha detto.
Una stima interessante nell’intervista ha stabilito che oltre 100 milioni di persone nel mondo che giocano a poker oggi e meno del 10% di quei giocatori sono donne. "Quel tavolo da poker ha un campo di forza attorno e sembra molto simile alla sala riunioni. Esercitati ad andare al tavolo per superare un ostacolo, per arrivare al prossimo ", ha detto.
Il poker, in definitiva, è più che fare soldi: ogni lezione è focalizzata su una missione di livello superiore. Per Just, quella missione è creare un ambiente sicuro in cui le donne possano capire cosa significa sedersi a tavola e come questo si collega alle conversazioni nelle sale riunioni e fino alla sala del consiglio.

Altri articoli su

Articoli correlati