Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ddl depenalizzazione, Stefani (Ln-Aut); “No per i reati su gioco e scommesse”

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Dopo il collega Cappelletti, anche la senatrice della Lega Nord e Autonomie Erika Stefani prende posizione contro il disegno di legge Delega al Governo per la riforma del sistema sanzionatorio, nella parte relativa al gioco.

Intervenuta ieri in commissione Giustizia del Senato, incaricata in sede referente dell’esame del disegno di legge Palma-Caliendo, la senatrice ha affermato: “Se infatti, fermo restando il principio di effettività delle sanzioni, si può sicuramente convenire sul fatto che molti reati di minori gravità andrebbe derubricati a illeciti civili o a illeciti amministrativi, al fine di decongestionare l'attività delle corti penali e di diminuire il numero dei reclusi, non ci si deve però spingere fino al punto di depenalizzare, così sopprimendo l'unica sanzione con un reale potere dissuasivo, anche comportamenti che presentano un'oggettiva gravità”. In proposito, ha sottolineato in particolare di “non poter in alcun modo sottoscrivere la depenalizzazione di reati quali quelli concernenti gli spettacoli e le pubblicazioni oscene ovvero gli atti osceni, di quelli riguardanti violazioni, anche apparentemente di minore importanza, delle disposizioni in materia di sicurezza del lavoro, e quelle in materia di gioco e scommesse”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.