Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Senato: al via iter Ddl riordino giochi, Mirabelli (Pd) 'Valorizzare quanto fatto con Delega'

  • Scritto da Sara

Presentato ieri in Senato il Ddl a firma Pd, riguardante 'Disposizioni in materia di riordino dei giochi'.

Il testo ricalca in parte i contenuti dell'articolo 14 della Delega Fiscale, decaduto dopo che il Consiglio dei Ministri ha deciso di non pubblicare il decreto delegato riguardante proprio la materia della riforma dei giochi.

 

Abbiamo chiesto al suo primo firmatario, Franco Mirabelli, come mai abbia deciso di presentare un testo di legge che ricalca i principi della Delega. "Innanzi tutto perché li condivido e credo che l'articolo 14 della delega fiscale sia stato un punto di approdo importante della discussione del Parlamento. In esso ci sono scelte chiare che non hanno ancora trovato attuazione in un decreto e ora, scaduti i tempi, vogliamo riproporre la necessità di una legge di riordino del settore che dia certezze a tutti, garantisca la tutela della sicurezza e della salute pubblica, confermi la riserva dello Stato sul gioco. Tutto ciò scegliendo la strada della regolamentazione e non quella, per me impraticabile, del proibizionismo. Il nostro testo valorizza il lavoro fatto dal sottosegretario Baretta per realizzare il decreto che consideriamo un ottimo punto di sintesi che realizza i principi di tutela dell'interesse pubblico in modo utile e positivo", afferma a Gioco News.

Come mai il Governo ha deciso di rinunciare alla riforma contenuta nella Delega?

"Non conosco le ragioni, ma credo non si debba rinunciare all'idea di una normativa nazionale con quelle caratteristiche rispettosa delle prerogative delle Regioni e dei Comuni ma in grado di garantire condizioni unitarie su tutto il territorio nazionale. Credo che questa sia anche la volontà del Governo e sarei molto contento se fosse chiesta al Parlamento una proroga ulteriore della delega per poter risolvere in tempi rapidi la questione. Altrimenti cercheremo di portare in discussione al più presto il nostro disegno di legge".


L'intervista completa sarà pubblicata sul numero di settembre della rivista Gioco News.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.