Logo

Senato: Tonini e Marino confermati alla guida della quinta e sesta commissione

Le commissioni del Senato procedono alle elezioni di metà mandato, confermati i vertici della Bilancio e Finanze.

Elezioni di metà mandato per la presidenza e vicepresidenza delle commissioni del Senato, così come l'anno scorso si era fatto alla Camera. Per quanto riguarda la commissione Finanze, con 18 voti su 23 votanti, Mauro Maria Marino (Pd) è stato confermato alla presidenza. Sarà affiancato dai vice presidenti Eva Longo (ALA) - che prende il posto di Francesco Molinari (Misto) - e Franco Carraro (Fi). I senatori Maria Cecilia Guerra (Pd) e Francesco Molinari (Gruppo Misto) sono risultati eletti segretari.

La commissione ha importanti competenze in materia di gioco e già a partire dalla prossima settimana esaminerà il decreto ministeriale sulle lotterie, sul quale deve esprimere il suo parere. Poi, tanti altri sono i 'temi' rimasti in sospeso: dal seminario sui giochi a, sopratutto, l'esame dei Ddl sulla pubblicità e quello a firma Franco Mirabelli (Pd) sul riordino del sistema dei giochi, argomenti sui quali è intervenuta nel frattempo la legge di Stabilità 2016.
Nel ringraziare i componenti della commissione, Marino afferma: "Si tratta di un risultato, del quale ringrazio tutti i membri della Commissione, che testimonia la comune volontà di proseguire il lavoro finora svolto con spirito di collaborazione, pur nel rispetto delle diverse posizioni politiche, nella consapevolezza dell'impegnativo compito che attende tutto il Parlamento e la nostra Commissione in particolare nel corso della legislatura".
 
LA COMMISSIONE BILANCIO - Conferma, in commissione Bilancio, anche per Giorgio Tonini (Pd), che resta alla sua guida. Vice presidenti saranno Andrea Mandelli (Forza Italia) e Pietro Langella (Ala), mentre segretari saranno le senatrici Silvana Andreaina Comaroli (Ln-Aul) e Magda Angela Zanoni (Pd), già relatrice della legge di Stabilità 2016.
Altre commissioni non hanno invece ancora proceduto alle elezioni e lo faranno alle ore 16. Sotto la lente del settore dell'ippica, la presidenza della commissione Agricoltura (oggi guidata da Roberto Formigoni - Ncd-Udc), e dell'intero comparto del gioco quello della commissione Igiene e sanità (presieduta da Emilia Grazia De Biasi del Pd).
 
LE ALTRE NOMINE - Per quanto riguarda la prima commissione Affari costituzionali, è stata eletta presidente la senatrice Anna Finocchiaro (Pd), in seconda Giustizia Luca D'Ascola (Ap), in terza Affari esteri Pier Ferdinando Casini (Ncd), in quarta Difesa Nicola Latorre (Pd), in ottava Lavori pubblici Altero Matteoli (Fi), in decima Industria Andrea Mucchetti (Pd), in undicesima Lavoro e previdenza sociale Maurizio Sacconi (Ncd), in quattordicesima Politiche dell'Unione Europea Vannino Chiti (Pd).
 
IL GOVERNO - Atteso anche un rimpasto di governo, che potrebbe essere oggetto di un consiglio dei ministri da convocare (ma il condizionale è d'obbligo) per la giornata di domani 22 gennaio. Nell'ambito di questa operazione, il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti (Scelta Civica) potrebbe diventare vice ministro.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.