Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Buffagni: 'Decreto Dignità, eliminazione pubblicità è punto fermo'

  • Scritto da Redazione

Il sottosegretario agli Affari regionali Stefano Buffagni sottolinea che l'eliminazione della pubblicità del gioco è un punto fermo del decreto Dignità.

 

Sul "Dl Dignità ci sono cose che si possono migliorare, lavoriamoci, ma noi abbiamo dei punti fermi, come quello sulla pubblicità del gioco d'azzardo", la cui eliminazione non è trattabile. Lo ha affermato Stefano Buffagni, sottosegretario agli Affari regionali, intervenendo all'assemblea di Confindustria Romagna, rivolgendosi al presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, il quale ha chiesto di migliorare il decreto. "Il costo sociale della ludopatia è maggiore dei benefici fiscali", ha sottolineato Buffagni, esponente del Movimento 5 Stelle, indicando che, invece, "sulle altre (misure del Dl) siamo disponibili a lavorarci, obiettivo la stabilità del lavoro".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.