Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Comune Senigallia, in vigore il regolamento sul gioco

  • Scritto da Redazione

Ecco i limiti che le attività di gioco dovranno rispettare in base al nuovo regolamento comunale in vigore a Senigallia (An).

È stato pubblicato sul sito del Comune di Senigallia (An) il regolamento sul gioco  approvato alla fine di novembre e che impegna gli esercenti ad adeguarsi alle nuove norme a decorrere dall'inizio del 2019.

 

Il regolamento applica la legge regionale delle Marche in materia disponendo “l'installazione di apparecchi e congegni per il gioco nei locali ubicati in un raggio di 500 metri da centri di aggregazione giovanile e altre strutture per minori e giovani” mentre “l’orario di funzionamento degli apparecchi e dei congegni vari di intrattenimento e svago con vincite in denaro, di cui all’art. 1, comma 2, lettere a) e b), ovunque collocati, è dalle ore 13.00 alle ore 01.00 del giorno successivo”.

 

Le attività in essere alla data di entrata in vigore del presente Regolamento si adeguano alle disposizioni previste dall’art. 4 del presente Regolamento entro il termine di cui all’art. 16, comma 4, della L.R. n. 3/2017, cioè entro il 31 dicembre 2019.
 
L’attività, ricorda ancora il provvedimento, “deve essere svolta nel rispetto delle norme nazionali e regionali in materia che, fra l’altro, prescrivono: a) l’esposizione, all’interno del locale, dei titoli autorizzativi all’esercizio dell’attività; b) la messa a disposizione dei soli giochi ed apparecchi leciti e l’obbligo di esposizione della tabella dei giochi proibiti; c) l’esposizione, all’interno del locale, in modo chiaro e ben visibile delle indicazioni di utilizzo degli apparecchi, l’indicazione dei valori relativi al costo della partita, le regole del gioco e la descrizione delle combinazioni o sequenze vincenti; d) l’obbligo di informazione del divieto del gioco per i minori e il controllo effettivo che tale divieto venga rispettato mediante richiesta di esibizione di un documento di identità. I cartelli riportanti il divieto di gioco per i minori dovranno avere le dimensioni minime del formato A4 (mm. 210 x 297) e dovranno essere scritti in italiano e inglese, in caratteri chiaramente leggibili; e) l’obbligo di esposizione, all’interno del locale e su ogni apparecchio e congegno per il gioco, in maniera visibile, del materiale informativo previsto alla lettera d) del comma 1 dell'articolo 4 della L.R. 7 febbraio 2017, n. 3; f) divieto di esporre all’interno e all’esterno dei locali cartelli, manoscritti, immagini e/o proiezioni che pubblicizzino le vincite appena o storicamente avvenute. Art. 7 Ulteriori misure di contenimento del fenomeno 1. L’Amministrazione Comunale istituisce un elenco pubblico degli esercizi presenti nel proprio territorio che espongono il marchio “No Slot” di cui all’art. 10 della Legge Regionale n. 3 del 7 febbraio 2017 e della D.G.R. 24 luglio 2017 n. 840. 2. E’ facoltà dell’Amministrazione Comunale prevedere agevolazioni a favore degli esercizi iscritti nell’elenco di cui al comma 1. 3. Le società ed enti partecipati o le ditte affidatarie di incarichi per la gestione di servizi pubblici non possono accogliere richieste di pubblicità all’esercizio di attività oggetto del presente regolamento, così come previsto dall’art. 9 del D.L. 12 luglio 2018, n. 87”.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.