Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse e gioco online, Lopez: 'Unico regolamento in Europa'

  • Scritto da Redazione

La parlamentare spagnola Lopez chiede alla Commissione europea di prevedere un regolamento unico in tutta Europa su scommesse e gioco online.

"La Commissione europea sta valutando la possibilità di istituire un quadro normativo nel settore del gioco con vincita in denaro? Intende la Commissione invitare i Paesi a legiferare in questo settore e pubblicare i loro dati ufficiali e ad adottare misure per combattere la dipendenza da gioco d'azzardo online?".

Lo chiede alla Commissione europea, tramite un'interrogazione a risposta scritta, Adriana Maldonado López, membro del Parlamento europeo per la Spagna nel gruppo dell'Alleanza progressista di socialisti e democratici.
 
In Parlamento europeo, dunque, si torna a parlare di gioco e scommesse, un tema che sembrava era stato stato messo da parte, anche a seguito della decisione della Commissione europea di chiudere le procedure d'infrazione, affidando ai singoli Stati membri il compito di occuparsi delle denunce sul gioco d’azzardo e decidendo quindi di ignorare un settore in cui si registrano diverse violazioni dei principi Ue, comprovate dai tribunali e dalla Corte di Giustizia".
 
La parlamentare Lopez sostiene che "il settore del gioco d'azzardo e scommesse online sta vivendo una crescita sostanziale in tutta Europa. Il gioco d'azzardo online sta diventando una dipendenza pericolosa in quanto non è più necessario recarsi di persona nelle sale scommesse in quanto vi è una proliferazione di servizi online su cui vi è una regolamentazione molto scarsa.
 
Ciascuno Stato membro - afferma ancora Lopez - stabilisce la propria legislazione in questo settore. Inoltre, in alcuni Paesi il potere di farlo spetta alle autorità regionali.
 
Gli Stati membri non sono nemmeno tenuti a pubblicare statistiche ufficiali sul gioco d'azzardo nel loro Paese, e pochissimi lo fanno.
 
Allo stesso modo - conclude Lopez - la pubblicità di queste sale scommesse non è soggetta a un unico insieme di regole in tutta l'Unione europea.
 
Ciò crea gravi problemi per la società europea. Gli esperti di questo settore - conclude Lopez - stanno iniziando a vedere un aumento dei giocatori problematici e anche un cambiamento nel profilo: non sono più uomini di età compresa tra 25 e 40 anni; i giocatori stanno diventando più giovani e ci sono più donne".

 

 

Share