Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Fabriano, slot spente per 6 ore e lontane dagli oratori

  • Scritto da Redazione

A Fabriano, gli apparecchi da intrattenimento dovranno essere spenti dalle 16 alle 20 e dalle 22 alle 24 e lontani da centri giovanili, scuole e chiese.

Anche il Comune di Fabriano ha il suo regolamento per la prevenzione e il contrasto del gioco d'azzardo patologico in ottemperanza a quanto previsto dalla legge regionale 7 febbraio 2017 n.3.

La normativa regionale prevede di individuare 6 ore nell'arco della giornata nelle quali gli apparecchi non sono utilizzabili, individuare i punti sensibili intorno ai quali vietare l'installazione degli apparecchi, stabilire forme premianti per gli esercenti che decidono di disinstallare gli apparecchi.
 
"Il regolamento del comune di Fabriano - si legge nel testo - ha recepito queste indicazioni vietando l'uso degli apparecchi nelle fasce orarie 16-20 e 22-24.
 
Non potranno essere installati nuovi apparecchi nei locali che si trovano in un raggio di 500 metri dai seguenti punti sensibili: scuole di ogni ordine e grado fatta eccezione delle scuole di infanzia; istituti di credito e sportelli bancomat; uffici postali; esercizi di acquisto e vendita di oggetti preziosi ed oro usati; impianti sportivi pubblici o aperti al pubblico; centri di aggregazione giovanile; oratori; biblioteche.
 
Le attività che hanno già gli apparecchi installati hanno tempo di adeguarsi fino al 30 novembre del 2021".
 
"Il Comune - spiega il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli - si impegna ad avviare iniziative e campagne di sensibilizzazione per il contrasto del gioco d'azzardo coinvolgendo in particolare le scuole superiori della città.
 
Il regolamento da solo non è chiaramente sufficiente a contrastare un fenomeno che negli ultimi anni sta dilagando con effetti in grado di devastare intere famiglie. Però è uno strumento che ci viene messo a disposizione e che abbiamo il dovere di sfruttare".
 
"L'approvazione della Legge regionale del 7 febbraio 2017 sul contrasto al gioco d'azzardo patologico - commenta Elena Leonardi, consigliera regionale di Fratelli d'Italia - è uno dei risultati del mio mandato da consigliere regionale, voluta per tutelare persone fragili ed esposte che rischiano di rovinare se stesse e le proprie famiglie. Ho voluto inserire anche un'attenzione particolare ai più giovani col contrasto alle nuove dipendenze digitali e da social network". 
 

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.