Logo

Attività somministrazione, no in Piemonte a pregiudicati in materia di gioco'

La Regione Piemonte esclude i pregiudicati su reati inerenti il gioco dalla possibilità di esercitare attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Sulla Gazzetta ufficiale di oggi, sabato 24 ottobre, è pubblicata la legge della Regione Piemonte del 9 luglio, numero 15, recante "Misure urgenti di adeguamento della legislazione regionale - Collegato" e nella quale si fa riferimento anche al gioco, in particolare ai crimini in materia commessi e ormai passati in giudicato.

Essa prevede infatti che "Non possono accedere ed esercitare l'attività di somministrazione di alimenti e bevande" coloro che "hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per reati contro la moralità pubblica e il buon costume, per delitti commessi in stato di ubriachezza o in stato di intossicazione da stupefacenti, per reati concernenti la prevenzione dell'alcolismo, le sostanze stupefacenti o psicotrope, il gioco d'azzardo, le scommesse clandestine, nonchè per reati relativi ad infrazioni alle norme sui giochi".

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.