Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Janiri (Unicatt): 'In lockdown più dipendenza di giovani dalla rete'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

La commissione parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza esamina le dipendenze patologiche, focus anche sul gioco.

 

Prosegue l'indagine conoscitiva della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza sulle dipendenze patologiche diffuse tra i giovani, attraverso il contributo di esperti che focalizzano la loro attenzione anche su quella da gioco.

Nell'audizione di ieri 13 gennaio, il professor Luigi Janiri, docente di psichiatria presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, ricorda alla Commissione che presso l’ospedale Gemelli di Roma è attivo un importante ambulatorio per la cura delle dipendenze patologiche, soprattutto comportamentali ed evidenzia come "i comportamenti di abuso sia di sostanze (dall’alcool alle cosiddette 'droghe da sballo') sia comportamentali, quali le dipendenze da internet o il gioco d’azzardo, iniziano precocemente".

E se l'abuso di sostanze può portare a danni "sulla corteccia prefrontale
dei più giovani. Altrettanto gravi alterazioni neurologiche possono essere determinate dalle dipendenze comportamentali. Nel periodo di lockdown si è registrato un aumento percentuale delle dipendenze giovanili legate all’uso della rete".

 

Share