Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco, Durigon (Mef): 'Allo studio proroga concessioni e taglio del Preu'

  • Scritto da Redazione

Il sottosegretario Durigon (Mef) afferma che il Governo vorrebbe sospendere il versamento del Preu fino al 29 ottobre (ridotto dell'1 percento) e prorogare la scadenza delle concessioni.


Bloccare il Preu, allungare le concessioni delle Awp, delle Vit e delle sale scommesse, e sostenere il settore.
Sarebbero queste le intenzioni del Governo, secondo quanto dichiarato dal sottosegretario all'Economia, Claudio Durigon, a Il Messaggero, in un'intervista in cui fa il punto anche sul prossimo futuro del comparto dei giochi, in lockdown da ormai 9 mesi, almeno per quanto concerne gran parte delle attività terrestri.

Il Preu dovrebbe essere  "tagliato" dell'1 percento, tanto per le Awp quanto per Vlt, dopo anni in cui i governi non hanno fatto che aumentarlo, per "ragioni di cassa", ed il versamento delle rate dovrebbe essere sospeso fino al 29 ottobre.

Venendo in parte incontro a quanto chiesto dalle associazioni Sistema gioco Italia, Acadi, As.tro e Fiegl, che recentemente hanno auspicato un intervento normativo urgente finalizzato alla riprogrammazione temporale dei versamenti delle tre scadenze del Preu sugli apparecchi da gioco attualmente ancora previste entro il 1° giugno 2021, posticipandole al successivo secondo semestre e, comunque, entro il 31 dicembre 2021, con una lettera inviata al Capo di Gabinetto del ministero dell’Economia e delle finanze, Giuseppe Chiné, e al direttore generale dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, Marcello Minenna.

 

Allo studio poi ci sarebbe anche l'allungamento delle concessioni di quattro anni, fino al 2026. Un bel balzo in avanti, considerando che quelle delle Awp sono in scadenza nel marzo del 2022 mentre quelle per le sale scommesse, già scadute, sono attualmente in regime di proroga.
In attesa di ulteriori dettagli, e di conferme, prosegue l’iter del decreto Sostegni, il primo varato dal Governo Draghi con gli aiuti economici alle categorie colpite dall’impatto della pandemia, il cui testo è ancora in Commissione al Senato, oggetto di un ciclo di audzioni che domani, 8 aprile, vedranno coinvolti anche gli operatori di gioco, con i rappresentanti di Sapar, Acadi e Egp.

Il termine per la presentazione degli emendamenti è fissato a venerdì 9 aprile, mentre la scadenza per la conversione del provvedimento è il 21 maggio.
 
Gli aiuti per il settore potrebbero arrivare nell'ambito del prossimo decreto Sostegni; quanto alle riaperture, qualche giorno fa Durigon aveva detto di ritenerle possibili fin da maggio, "se i dati sulla diffusione del Covid miglioreranno", e di averle "nel mirino" anche per il comparto del gioco
 
Share