Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Franco: 'Rafforzare resilienza di aziende più impattate da chiusure'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Ecco il Def 2021 e le misure sui giochi, il ministro Franco sottolinea la necessità di sostenere la resilienza delle aziende più impattate dalle chiusure.

"La crisi pandemica continua a condizionare pesantemente la vita economica e sociale del Paese e del mondo intero". Lo sottolinea il ministro dell'Economia Daniele Franco, nella premessa al Documento di economia e finanza 2021 approvato ieri 15 aprile dal consiglio dei ministri e nel quale ci sono numerosi passaggi anche in materia di gioco.

Ma, tornando alla premessa di Franco, quanto alle misure per uscire dalla crisi, focus, per quanto riguarda il campo economico, sui "sostegni e ristori al rilancio degli investimenti e dello sviluppo con il Piano di Ripresa e Resilienza (Pnrr) finanziato dal Next Generation Eu (Ngeu) e da ulteriori risorse nazionali. Convinzione profonda del Governo è che la partita chiave per il nostro Paese si giochi sulla crescita economica come fattore abilitante della sostenibilità ambientale, sociale e finanziaria".

Il ministro ricorda che a "marzo, utilizzando il margine di manovra di 32 miliardi già richiesto dal precedente esecutivo, il Governo ha perfezionato un decreto legge contenente un ampio spettro di misure di sostegno a imprese e lavoratori e ai settori più impattati dalle chiusure".

Unitamente all’approvazione del Documento di Economia e Finanza, "si ritiene ora opportuno richiedere al Parlamento di autorizzare un ulteriore margine di 40 miliardi per un nuovo provvedimento che vedrà la luce entro fine aprile. Grazie a questo ulteriore intervento, i sostegni a imprese e famiglie erogati sin qui nel 2021 raggiungerebbero il 4 per cento del Pil, dopo il 6,6 per cento erogato l’anno scorso.
L’auspicio del Governo è che, grazie ad andamenti epidemici ed economici sempre più positivi nei prossimi mesi, questo sia l’ultimo intervento di tale portata. Resta comunque l’impegno a sostenere l’economia per tutto il periodo che sarà necessario se ne ricorreranno le condizioni".

Per quanto attiene alle misure adottate, "avendo il precedente Decreto-legge provveduto a rifinanziare la Cassa integrazione Covid-19 e una serie di altre misure a favore di lavoratori e famiglie più fragili, il nuovo provvedimento avrà come destinatario principale i lavoratori autonomi e le imprese, e concentrerà le risorse sul rafforzamento della resilienza delle aziende più impattate dalle chiusure, la disponibilità di credito e la patrimonializzazione. Si darà la priorità alla celerità degli interventi, pur salvaguardandone l’equità e l’efficacia".

I RIFERIMENTI AL GIOCO - Nel Def si ricorda come il Ddl di riordino dei giochi figuri tra quelli collegati alla manivra di bilancio 2022-2024. 

Si rammenta inoltre come il 13 ottobre 2020 sia stato firmato un Dpcm che "dispone misure di controllo e restrizioni per consentire lo svolgimento di attività sportive, manifestazioni pubbliche, attività ludiche e ricreative e attività industriali e commerciali, nonché per consentire l’accesso a eventi sportivi, parchi, sale giochi, scommesse e bingo, luoghi di culto, musei e altri luoghi di cultura, centri benessere e termali, esercizi commerciali". Il 3 novembre, un nuovo Dpcm che impone la chiusura di sale giochi, scommesse e bingo a partire dalle zone gialle.

 

Share