Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Durigon: 'Interventi su gioco in prossimo Dpcm e decreto Sostegni'

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

Il sottosegretario con delega ai giochi intervenendo al webinar di Acadi promette interventi nei confronti del settore su riapertura, Preu e gara, ma anche sul riordino.

 

Il primo passo da fare, nell'affrontare le tematiche che riguardano il settore del gioco, è cambiare la modalità di comunicazione che viene fatta del settore. Ne è convinto Claudio Durigon, sottosegretario all'Economia con delega ai giochi, intervenuto al webinar di Acadi sul gioco nel Lazio di oggi. “Purtroppo siamo alle prese con un settore devastato dalla pandemia perché vive una chiusura da tantissimi mesi ma è anche devastato da una comunicazione fortemente negativa, quando invece si tratta di un settore che svolge anche un importate ruolo sociale”. Serve quindi “cambiare la mentalità con la quale ci si approccia a questo settore, secondo Durigon, che è convinto che il gioco legale svolga invece un ruolo fondamentale nei confronti del contrasto all'illegale.

Riguardo alla situazione di attualità, ovvero quella della pandemia, il sottosegretario spiega: “La crisi provocata dal Covid ha colpito in maniera massiccia le attività di gioco e stiamo cercando di lavorare per avere nel prossimo Dpcm una data programmata di riapertura, provando a collocarla insieme alle altre aperture. Spero di avere nei prossimi giorni notizie importanti e di poter quindi dare risposte precise su questo punto”. Confermando così le indiscrezioni di questa mattina di GiocoNews.it rispetto a una possibile riapertura dal prossimo 2 giugno

Per quanto riguarda le leggi regionali Durigon afferma che “devono essere riviste modificando gli intenti di tutte, avendo una linea almeno di direttiva massima in base alla quale declinare la trattazione in ogni singolo contesto locale. Ma avendo un'indicazione chiara alla base da seguire. Per questo, aggiunge, “credo e spero che, una volta superata l'emergenza, ci si possa sedere per parlarne magari creando anche dei tavoli ad hoc nei quali potranno rientrare anche le stesse Regioni, per arrivare a delle linee guida chiare e concrete. Se ci saranno delle realtà dove sono stati raggiunti dei risultati concreti e positivi, potremmo prendere queste best practices e utilizzarle all'interno di quelle che saranno le linee guida generali”.

Durigon ha sottolineato anche l'importante continuità garantita dalla conferma del direttore generale di Adm, Marcello Minenna, dando disponibilità di confronto alla filiera e ribadendo le misure che intende adottare a breve nei confronti del settore, per esempio in logica di sostegno, valutando il rinvio del Preu e delle gare per il rinnovo delle concessioni”.

 

Share