Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Volontari ReiThera esclusi anche dal gioco, interrogazione a Speranza

  • Scritto da Daniele Duso

Un'interrogazione al ministro della Salute, Roberto Speranza, affronta la questione dei volontari che si sono sottoposti a vaccinazione con ReiThera, attualmente esclusi dal green pass dopo la bocciatura del vaccino.  

 

Volontari che si sono sottoposti al vaccino ReiThera, ma anche persone vaccinate all'estero con vaccini attualmente non riconosciuti dall'Unione europea. Sono loro l'oggetto di una interrogazione presentata da De Carlo alla Camera e rivolta al ministro della Salute, Roberto Speranza, chiedendo "quali iniziative intenda adottare per rimuovere gli ostacoli alla concessione del green pass".

I volontari ReiThera, infatti, 917 persone che il 18 marzo scorso si sono sottoposte alla sperimentazione in uno dei 24 centri sul territorio nazionale, si vedono attualmente esclusi dal green pass, in quanto il vaccino anti Covid italiano, sviluppato in collaborazione con l'Istituto Spallanzani di Roma, che pure, stando ai dati scientifici, funziona, non ha superato la verifica della Corte dei Conti.

Oltre ai volontari, aggiunge De Carlo, vanno considerati i numerosi cittadini italiani residenti all’estero che hanno assunto un vaccino diverso da quelli riconosciuti dall’Unione europea. Tutti loro sono esclusi da servizi di ristorazione al chiuso, spettacoli, eventi, competizioni sportive, musei, luoghi di cultura, mostre, piscine, palestre, centri benessere, sport di squadra, sagre, fiere, congressi, convegni, centri termali, parchi acquatici, centri culturali e sociali, centri estivi, concorsi pubblici e anche dalle attività di sale da gioco, scommesse, bingo e casinò, dove il green pass sarà obbligatorio dal 6 agosto.

Share