Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sofia: un piano d'azione per l'integrità nel calcio e contro le scommesse illegali

  • Scritto da Sara

Nella riunione di Sofia, del Consiglio Strategico sul calcio professionistico (PFSC) - composto da rappresentanti delle associazioni nazionali in Europa (UEFA), club (ECA), campionati (EPFL) e giocatori (FIFPro Division Europe) – è stato adottato all’unanimità un documento comune che comprende un piano d’azione concreto per proteggere l’integrità del calcio e combattere partite truccate. Questo documento è stato anche ratificato dal Comitato Esecutivo Uefa oggi a Sofia.

Si è così deciso di unire le forze per affrontare la minaccia delle partite truccate, riconoscendo il rischio che nel calcio europeo ci sia una minaccia globale e si debba portare avanti una sfida per lo sport nella sua interezza. Un piano d’azione comune con una serie di iniziative concrete incentrate sulle sanzioni, sull’educazione, la prevenzione, il controllo e i disciplinari, volti a proteggere l’integrità del calcio in Europa.

Lo scopo è quello di stabilire un codice di condotta per l’integrità del gioco per tutti i partecipanti del calcio europeo, tra cui giocatori, arbitri, funzionari e amministratori.

Tuttavia, tutte e quattro le organizzazioni concordano sul fatto che gli organismi sportivi non hanno i mezzi o le giurisdizioni legali per affrontare da soli un problema, che spesso coinvolge organizzazioni criminali. La ‘frode sportiva’ deve pertanto essere riconosciuta come un reato specifico nelle legislazioni nazionali in tutta Europa, in quanto ciò contribuirà a garantire la coerenza per scoraggiare le partite truccate. Allo stesso tempo, gli Stati europei dovrebbero prendere in considerazione pubblici ministeri dedicati con la responsabilità principale per contrastare i casi di frode sportiva.

Il piano prevede un codice di comportamento: creazione e adozione di un codice di condotta comune per tutti i partecipanti del calcio europeo, tra giocatori, allenatori, arbitri, funzionari e amministratori. Introduzione di disposizioni che vietano giocatori, allenatori, arbitri e funzionari, come minimo, le scommesse sulle partite e / o competizioni in cui sono coinvolti, come deciso dagli organizzatori competenti per la concorrenza. Attuazione delle procedure whistle-blowing in ogni organizzazione di calcio. Inclusione delle disposizioni sulle partite truccate nei contratti dei giocatori.

Istruzione e programmi di prevenzione: le campagne di educazione a corsi per arbitri e alle competizioni giovanili Uefa (giocatori, allenatori e ufficiali di gara)

Il rilevamento delle frodi nelle scommesse e sistemi di reporting: continua il monitoraggio delle competizioni europee, le prime due divisioni nazionali e le gare di Coppa in ciascuna delle 53 federazioni affiliate alla Uefa. Monitoraggio continuo di concorsi nazionali da parte di organismi nazionali di calcio. Istituzione di un sistema di segnalazione confidenziale e di fiducia supportato da tutte le parti. Il coordinamento e la cooperazione attraverso l'integrità della rete di agenti e le altre persone specificamente dedicate a questioni di integrità a livello nazionale.

Ufficiali di integrità di ogni associazione nazionale: persone di contatto designati da ogni professionista nei campionati di calcio, squadra di calcio professionista e giocatore di unione. Scambio di buone pratiche in materia di informazioni sulle scommesse e relativi dati, anche attraverso conferenze periodiche e workshop con l’opportunità di networking per gli esperti di organismi di calcio, autorità pubbliche e forze di polizia

Indagini e azione penale: politica di tolleranza zero nei confronti di partite truccate. Collaborazione attiva con le autorità pubbliche. Definizione comune di 'frode sportiva' come un reato penale. Armonizzazione delle sanzioni disciplinari e sportive a livello europeo e nazionale.

Richiesto anche il contributo dell’industria delle scommesse per lo sfruttamento commerciale dei diritti degli organizzatori di competizioni sportive. Accordi contrattuali e vincolanti con gli operatori di scommesse, anche per stabilire i tipi di scommessa ammessi. Divieto di offrire scommesse su competizioni giovanili a livello nazionale ed europeo. Proventi finanziari che saranno usati nella lotta per tutelare l'integrità dello sport, nonché per sostenere lo sport di base, i giovani. Introduzione di scommesse standard degli operatori in collaborazione con organismi sportivi.

Share