Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse, Sbordoni: “Sentenza Corte Ue conferma linearità del percorso italiano”

  • Scritto da Sm

“Lo scopo del bando Monti era il riallineamento temporale. Questa discrezionalità è stata esercitata nel rispetto dei principi di equivalenza, effettività e parità di trattamento.

Tale percorso è stato riconfermato dalla Corte, che ha ribadito come il bando Monti sia stata una scelta coerente con i poteri che ha lo Stato e sia in linea con i principi del trattato Ue”. Parola di Stefano Sbordoni, legale esperto di gioco, che commenta così a Gioconews.it la recente sentenza della Corte Ue sul bando scommesse. “Il punto più importate è che la normativa dalla quale scaturisce il bando è definita dalla Cge chiara, univoca ed intellegibile. Abbiamo all’esame della Corte superato la problematica ricorrente della incertezza della norma italiana di riferimento. Mi sembra semplicemente che non vengano posti ostacoli al disegno che si sta portando avanti – ci auspichiamo consapevolmente - a livello politico e che dovrà sfociare nella delega fiscale e nella migliore procedura che si vorrà scegliere alla scadenza delle concessioni nel 2016. I poteri di cui dispongono le autorità nazionali devono essere coerenti al perseguimento di validi obiettivi. Si parte quindi da un riconoscimento del sistema che è legittimo, ed il cui Il percorso di riordino intrapreso in tal senso, è lineare. Speriamo che ora non ci si perda per strada”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.