Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse online: un 2014 da +7% e nel 2015 si punta ancora sull'exchange

  • Scritto da Ac

Milano - Tanta carne al fuoco per il settore del betting che ha vissuto molti cambiamenti nel 2014 oltre all'influsso assai positivo dei Mondiali di Calcio brasiliani che hanno contribuito all'aumento della raccolta fissata in un più 7 percento rispetto al 2013.

Un dato estremamente positivo quello presentato dall'Osservatorio del Gioco Online al Politecnico di Milano, se si confronta con quelli di altri prodotti del comparto del gioco online italiano. L'introduzione del Betting Exchange, l'incremento del gioco mobile, l'aumento delle possibilità di scommessa sul palinsesto complementare, il lancio definitivo dei giochi Virtuali e il recupero di alcuni operatori esteri che hanno trasferito la liquidità sul dot it sono gli altri fattori che hanno contribuito alla crescita e dai quali poter continuare a lavorare con profitto.

 

SOGEI E BETFAIR, L'EXCHANGE PROTAGONISTA NEL 2015 - Carla Ramella Responsabile Sogei dei Clienti Dogane, Monopoli, Sanità e Interni, che ha affiancato Francesco Rodano in Adm per la raccolta di tutti i dati forniti al politecnico di Milano, ha presentato le novità del 2015: "Il tutto sarà ancora incentrato sul Betting Exchange e consisterà nel 'cross changing', cioè la possibilità di accettare scommesse nella modalità Betting Exchange tra diversi concessionari". Una modalità che incrementerà di certo i volumi di gioco su questo prodotto che ha ancora qualche limite in Italia dovuto alla liquidità ristretta del betting di casa nostra.
Come conferma Guido Marsilietti, Italy – Commercial & Product Manager: "L'exchange dovrà crescere ma sta scontando due grandi limiti in Italia. In primis l'assenza di una liquidità condivisa con altri paesi che permetterebbe un'estensione dell'offerta e maggiori possibilità per i giocatori e l'altra è la limitazione dell'offerta, pensando soprattutto alla mancanza di offrire scommesse su eventi diversi dal calcio per esempio sulle corse dei cavalli che sarebbero grandi benefici.
Ma l'exchange piace e basta osservare in dato: a marzo 2015 il volume delle scommesse online poco sopra 200 milioni di euro quello delle scommesse sportive mentre sull'Exchange sono stati puntati circa 47 milioni, cioè quasi un quarto. Dato che evidenza l'appeal che questo prodotto ha sui giocatori".

I DATI DEL SETTORE - nel mondo delle scommesse ci troviamo di fronte ad andamenti diversificati, con un trend di transazioni in crescita per le scommesse sportive (7% in più rispetto al 2013), incoraggiate dagli eventi legati ai Mondiali di calcio del 2014 e dall’ingresso di nuovi service provider esteri particolarmente attivi sul palinsesto complementare, con un conseguente ampliamento dell’offerta degli avvenimenti su cui scommettere (circa il 50% delle transazioni sul palinsesto complementare arriva proprio da questi service provider).
Per quanto riguarda l’introduzione delle scommesse a distanza tra singoli giocatori (il cosiddetto “betting exchange”), l’impatto sul mercato ed il numero di transazioni effettuate risultano ancora marginali, sia per il numero limitato di operatori che lo offrono sia per il comportamento più abitudinario del giocatore italiano.
Più che soddisfacente, nel primo anno completo di operatività, l’andamento delle scommesse su eventi virtuali, vale a dire le scommesse su simulazioni proposte da piattaforme per le quali Sogei effettua la certificazione della matematica di gioco (oltre 385 milioni di biglietti venduti, di cui 25,5 milioni online), e fortemente in crescita il volume di gioco relativo al
Lotto online avviato ad aprile del 2013.
Oltre le aspettative l’incremento delle giocate online su canale mobile, che hanno privilegiato le scommesse sportive “live” che maggiormente si prestano a essere effettuate da smartphone durante la diretta di un avvenimento sportivo. L’espansione del gioco su mobile è comunque derivata dallo sviluppo della tipologia di offerta sul mercato da parte dei concessionari e dalla maggiore propensione al gioco su mobile da parte del pubblico giocante

L'EVOLUZIONE DEL MERCATO DEL BETTING - Le principali innovazioni hanno riguardato il mondo delle scommesse in senso lato, con il crescente interesse dei giocatori per il Palinsesto Complementare, le Scommesse Virtuali e il Betting Exchange. Nel corso del 2014 l’offerta di giochi legati al mondo delle scommesse si è ampliata notevolmente e la rapidità con cui queste modalità di gioco sono state introdotte all’interno del portafoglio d’offerta degli operatori testimonia l’interesse verso l’innovazione di prodotto in questo segmento.
Nei mesi di novembre e dicembre 2014, oltre 200 mila giocatori hanno puntato su eventi che fanno parte del Palinsesto Complementare, per una Spesa di circa 6 milioni al mese.
Il Palinsesto Complementare offre una nuova leva di differenziazione delle scommesse e permette di offrire quote su eventi che cavalcano trend del momento (eventi di cronaca o costume, sport minori o nuovi tipi di Scommesse Sportive). Fin dai primi mesi di introduzione, per gli operatori che per primi hanno integrato il proprio palinsesto con nuovi eventi, la Spesa per le scommesse “complementari” ha in alcuni frangenti superato quella delle Scommesse tradizionali. L’ampliamento dell’offerta, sia in termini di numero di eventi che di operatori che offrono scommesse “complementari” ha permesso a questa modalità di gioco
di affermarsi tra le preferenze dei giocatori.
La Spesa per le Scommesse Virtuali, a un anno dalla loro introduzione, ha superato i 10 milioni di Euro e ha catturato l’attenzione di circa 30 mila giocatori medi mensili.
Ad oggi già 25 operatori, tra i quali molti dei principali, offrono le Scommesse Virtuali. Rispetto alle Scommesse Sportive, le Scommesse Virtuali si rivolgono a una nicchia di giocatori che solo in parte è composta da appassionati di Scommesse Sportive tradizionali.
Le peculiarità delle dinamiche di gioco – la casualità, la simulazione e l’immediatezza – potrebbero coinvolgere altre tipologie di utenti e prestarsi a interessanti varianti da offrire attraverso Smartphone e Tablet, anche se, al momento, sugli App Store italiani esistono pochissime App dedicate alle Scommesse Virtuali.
Ad aprile 2014 è stato lanciato il Betting Exchange e, per ora, si rivolge prevalentemente a scommettitori che utilizzano un approccio ludico-matematico al gioco.
Il Betting Exchange, attualmente offerto in Italia da tre operatori (Betfair, operatore inglese leader internazionale, l’italiano Betflag e Giochi24), è arrivato al lancio dopo una lunga attesa, ma nei primi 9 mesi dalla sua partenza ha coinvolto un numero limitato di giocatori.
L’affermazione e l’ampliamento della base di giocatori dipendono fortemente dall’estensione progressiva dell’offerta di eventi su cui puntare e dalla capacità di ciascun operatore di attrarre la liquidità dei giocatori sulla propria piattaforma per facilitare lo scambio di scommesse.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.