Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Libro Blu Adm: i bookmakers nel 2014 guadagnano 644 milioni, in calo l'ippica

  • Scritto da Ca

Un gioco in crescita nel 2014 è quello dello sports betting. Sì, le scommesse sportive, insomma.

E così il settore chiude in positivo il 2014: le puntate complessive sono state di oltre 4,25 miliardi (+11,19%), al netto delle vincite (3,4 miliardi, +13%) la spesa effettiva è stata di 814 milioni (+4,22%), con una quota erariale di 170 milioni di euro (+4,93%). Al dato delle scommesse sportive c’è da aggiungere il primo anno a regime delle scommesse virtuali – online e in agenzia – che hanno raccolto oltre 1,1 miliardi di euro, con una spesa effettiva da 186 milioni e 37 milioni per l’erario. Circa 205 milioni di euro sono stati movimentati per il betting exchange, lo scambio scommesse in cui i giocatori possono puntare e bancare: raccolta a 205 milioni di euro e spesa effettiva di un milione.
Il settore, facendo il delta tra spesa dei giocatori e la quota erariale, lascia finire nelle casse dei bookmakers la bellezza di 644 milioni di euro

 

Continua il calo dell’ippica nel gradimento degli scommettitori italiani: se nel 2012 la raccolta superava di poco il miliardo di euro, sceso a 813 milioni nel 2013, l’anno scorso il calo è proseguito e la raccolta complessiva è stata di 682 milioni, con una spesa effettiva da 198 milioni di euro (-17,84%). La quota per l’erario è stata di 32 milioni di euro.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.