Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Match fixing, Commissione Ue: 'Impegno in prevenzione e contrasto'

  • Scritto da Sm

Nuova risposta da parte della Commissione Ue sul problema delle partite truccate nello sport e delle scommesse illegali.

"La Commissione Ue è preoccupata per la minaccia allo sport da parte delle partite truccate e rimane fermamente impegnata a fare la sua parte negli sforzi di prevenzione e contrasto". Lo sottolinea il commissario Ue, Elzbieta Bieńkowska, rispondendo all'interrogazione dell'europarlamentare, Jeroen Lenaers (Ppe) in materia di match fixing.

 

"Un certo numero di azioni sono state intraprese in questo settore. Insieme agli Stati membri, la Commissione ha negoziato la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive, aperta alla firma dal settembre 2014. La Commissione ha quindi presentato una proposta al Consiglio per firmare la convenzione a nome della Ue. La Convenzione rappresenta una solida base per rafforzare il coordinamento paneuropeo nella lotta contro le partite truccate. Essa mira alla prevenzione, l'individuazione e l'applicazione attraverso una serie di misure quali la creazione di piattaforme nazionali per facilitare la cooperazione tra tutti gli attori interessati. Nel 2015, a quattro paternariati pubblico-privati ​​sono stati assegnati fondi europei per realizzare progetti volti ad identificare i fattori di rischio per le partite truccate e lo sviluppo di strumenti per la loro gestione. I progetti sono stati avviati nel gennaio 2016 e dovrebbero essere completati nel 2017.

La Commissione ha facilitato gli scambi di informazioni e di buone prassi nell'ambito del gruppo di esperti sulle partite truccate, così come il gruppo di esperti sui servizi di gioco. Il 17-18 febbraio 2016 la Commissione ha riunito le forze dell'ordine, le associazioni sportive e di scommesse per un workshop intensivo a Bruxelles.

In aggiunta a questi scambi, una serie di studi, in particolare sulle disposizioni relative al gioco d'azzardo nella regolamentazione sportiva esistente e sulla raccolta di informazioni e la condivisione tra le autorità competenti hanno contribuito a una maggiore comprensione del fenomeno. Tutto questo contribuirà a delineare le prossime azioni dell'Ue".

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.