Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gravina: 'Accordo fondamentale nel combattere match fixing'

  • Scritto da Sara Michelucci

Il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina evidenzia le finalità dell'accordo con l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Roma - "Siamo impegnati da tempo in attività di formazione e informazione sul territorio contro il match fixing attraverso il supporto di Sportradar la nostra Agenzia per il monitoraggio internazionale dei mercati delle scommesse". Lo sottolinea il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, nel presentare, assieme con l'Agenzia dei Monopoli e delle Dogane e Sportradar, il protocollo d’intesa per l’attivazione di misure di prevenzione e contrasto al match fixing.

"L'accordo  - spiega - è un passaggio importante nella lotta alle manipolazioni delle competizioni sportive. Questa collaborazione apre nuovi scenari e consentirà a tutti attraverso uno scambio reciproco di informazioni di avviare una azione più incisiva nel contrasto al match fixing". 

Perquanto riguarda il controllo a campione, Gravina specifica: "L'idea è di individuare settimanalmente una gara per ogni girone che Lega Pro ritiene dover essere oggetto di maggiore attenzione".
L'OBIETTIVO - L'obiettivo è favorire il rafforzamento della attività di monitoraggio e la loro integrazione tra il lavoro di rilevamento nazionale e internazionale; tracciare le linee comuni di intervento con misure di prevenzione e contrasto sempre più stringenti contro la manipolazione sportiva. Con questo obiettivo Lega Pro, Sportradar e Adm sottoscrivono un protocollo di intesa per rafforzare ulteriormente la azioni ed i meccanismi di contrasto al match fixing, sviluppando importanti strategie tra i diversi sistemi di monitoraggio e controllo delle partite del campionato e della Coppa Italia della Lega Pro.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.