Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

SPECIALE ONLINE, Better: 'Azienda in sicurezza, il Digital nel futuro'

  • Scritto da Ca

Marco Becca, vice presidente digital and betting Igt Lottomatica: 'Dipendenti in sicurezza e aiuti al retail puntando sul Digital per il futuro'.

Il Covid 19 sta rappresentando un problema per tutti i settori merceologici e industriali, pochi esclusi in Italia e nel mondo, qual è la situazione di Lottomatica, invece, in piena quarantena? Ecco l'analisi dell'azienda nello speciale online del magazine di maggio di Gioco News: “Per prima cosa ci siamo occupati della salute dei nostri dipendenti. Lottomatica ne ha oltre 1.400 su Roma, Milano ed altre sedi territoriali. Nel giro di pochi giorni siamo riusciti a metterli tutti in condizioni di lavorare da casa in piena sicurezza – spiega Marco Becca, vice presidente digital and betting Igt Lottomatica - devo dire che si lavora piuttosto bene, anche nelle aree dove il carico di lavoro paradossalmente è aumentato (mi riferisco all’online), e ne terremo sicuramente conto quando sarà il momento di rientrare in una 'nuova normalità'. Poi naturalmente i clienti ed i nostri punti vendita, per quali ci siamo premurati di dare esecuzione puntualmente alle progressive limitazioni via via disposte. In particolare per quanto riguarda i punti vendita abbiamo anche deciso di sospendere una serie di addebiti 'fissi' per supportarli in un momento economicamente difficile per tutti”.

Come risollevare il gioco terrestre, il più colpito? “Innanzitutto sarà necessario ancora di più lavorare assieme ai nostri punti vendita, molti dei quali avranno difficoltà economiche importanti. Dovremo ripensare tutto: gli spazi, gli orari, e le modalità di gioco. Anche i nostri clienti saranno diversi, e sicuramente più digitali. Penso che il digitale sarà il vero motore del cambiamento del retail, sul quale fortunatamente da tempo stiamo investendo. Mi riferisco a dispositivi Self Service, alle App sul cellulare del cliente, alla dematerializzazione della carta, alle modalità di pagamento cashless. Tutto può essere ripensato, e reso migliore: ci vorrà del tempo, tanto coraggio ma sono sicuro che avremo risultati”.

La multicanalità può essere un'ancora di salvezza? “Sicuramente sì, nel rispetto delle scelte del cliente penso che l’online possa complementare il retail, e non esserne un concorrente. Lavoreremo su questo, in collaborazione con i nostri punti vendita che, promuovendo l’online, potranno aumentare i propri guadagni anche senza che il cliente si rechi nei negozi”.

Cosa vi aspettate da Adm e dal Governo? “Oltre a supporti di tipo economico/finanziario, che saranno indispensabili in un settore che sta vedendo i ricavi praticamente azzerati, è necessario dare il via a un dialogo costruttivo con il regolatore per riprogettare una ripartenza su basi differenti, anche in questo caso cogliendo le opportunità della tecnologia e del digitale al servizio del settore del gioco legale. Non farlo sarebbe una grande opportunità sprecata e un regalo al settore illegale”.

Intanto, l'online, è cresciuto: “Complessivamente sta crescendo ma a tassi molto bassi, causa soprattutto il settore scommesse che è pressoché azzerato. Guardando con attenzione i dati di mercato, si nota una accelerazione di una crescita che era già in essere per i giochi da casino, e una crescita percentualmente importante (ma molto piccola in valori assoluti) della spesa per i giochi di abilità e delle lotterie online. Il dato positivo è che sono aumentati i giocatori ma si sono comportati responsabilmente senza aumentare la spesa individuale”, conclude Becca.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.