Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Betting e Scommesse

BETTING e SCOMMESSE. Le news su scommesse, betting e bookmaker italiani e CTD

Gioconews è un portale di informazione specializzato nel settore del gioco pubblico. In questa sezione troverete le news su scommesse, betting e bookmaker italiani.
Ci sono anche tutti gli aggiornamenti legali e normativi sui CTD (Centri Trasmissione Dati) attivi in Italia come Stanleybet, Goldbet, Betuniq, SKS365, Planetwin, etc. Rimani aggiornato sulle novità del palinsesto scommesse dei monopoli di Stato, sui bookmaker italiani come SNAI, SISAL, BETTER, etc. Iscriviti alla newsletter per ricevere quotidianamente le news su scommesse e novità come betting exchange, virtual races e sport betting.

Tar Lazio accoglie ricorso società di scommesse contro penali per ritardo versamenti

Il tribunale amministrativo del Lazio ha accolto il ricorso presentato dalla società King Bet, relativo alle penali comminate dai Monopoli di Stato nei confronti della società per il ritardato versamento dei saldi mensili. Secondo i giudici della seconda sezione del tribunale capitolino “A seguito della modifica del rapporto concessorio disposta con l’atto integrativo n. 15008, la quantificazione delle somme dovute per l’inadempimento degli obblighi relativi ai flussi finanziari rientra nel novero dei poteri pubblicistici, la cui applicazione deve essere preceduta ed accompagnata da precise garanzie procedimentali e sostanziali connesse al rispetto dei principi di ragionevolezza, proporzionalità e non automaticità richiamati nell’art. 2, comma 2, secondo periodo, del decreto legge n. 40 del 2010, convertito dalla legge n. 73 del 2010”.

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

Whittaker (Stanleybet): “L'Italia riconosca il fallimento del sistema concessorio”

Dopo le parole del presidente di Snai Servizi, Maurizio Ughi, riportate sul quotidiano Il Sole 24 ore e destinate al premier Matteo Renzi, arriva un nuovo attacco da parte del bookmaer di Liverpool Stanleybet. Da Ughi solo provocazioni e nessuna soluzione”, scrive la società in una nota, che accusa Ughi di “voler continuare ad essere parte degli attuali problemi del sistema concessorio italiano, piuttosto che divenire fautore di possibili soluzioni”. Il Ceo di Stanleybet, John Whittaker, osserva: “Il Presidente Renzi, se vorrà intervenire nelle norme che regolano il settore, dovrà prima di tutto riconoscere il fallimento del sistema concessorio, nelle modalità discriminatorie con cui è stato realizzato in Italia”.

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

Tar Lazio respinge ricorso di operatore maltese contro il bando su nuove concessioni

Dopo l'esclusione dalla gara pubblica per l'affidamento delle ultime concessioni per il gioco online del 2012, la società Uniq Group, fornisce servizi di gioco a Malta in conformità dei requisiti previsti dalla Lotteries & Gaming Authority locale, aveva impugnato il bando di gara e di tutti i provvedimenti ad esso connessi, contestando la violazione dei principi di libera concorrenza previsti dal diritto comunitario. E chiedendo ai Monopoli chiarimenti “sulla portata del bando di gara, in particolare sulla durata delle concessioni a fronte dell’investimento richiesto per partecipare, anticipando la sua partecipazione alla gara pur in difetto del requisito attinente alla capacità economica e finanziaria secondo e nelle modalità richieste dal bando di gara”. Sul ricorso sono intervenuti ad oppenendum anche alcuni concessionari italiani di scommesse e gioco online.

  • Scritto da Alessio Crisantemi

Ughi (Snai Servizi) a Renzi: "Ci aiuti a essere ancora la rete dello Stato"

“Lo sa che la rete dei negozi di scommesse è autorizzata dallo Stato? Lo sa che esiste un'altra rete ‘parallela’, priva di autorizzazioni in Italia, che non versa alcuna imposta sul gioco? Lo sa che il business di questa rete ‘parallela’ provoca un mancato introito fiscale stimato in 500 milioni di euro? Lo sa che questa rete ‘parallela’ non è obbligata a rispettare i regolamenti di gioco imposti dallo Stato?

  • Scritto da Redazione

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.