Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

VIDEOGIOCHI e SALE GIOCO

VIDEOGIOCHI e SALE GIOCO: le notizie sui videogiochi in Italia

Gioconews è un quotidiano online specializzato nel settore del gaming in tutte le sue versioni. In questa sezione troverete le novità su videogiochi e sale da gioco. Sono presenti tutti gli aggiornamenti riguardanti gli apparecchi senza vincita in denaro, come redemption, Gru, videogiochi e ticket redemption. Spazio anche alle location di gioco con tutte le novità che riguardano il settore. I videogiochi rappresentano un mercato strategico per l'industria e per questo molte notizie hanno carattere politico ed economico e riguardano gli operatori del settore gioco.

Delega e Comma 7: l’ombra di tasse più salate

“L’impatto di un aumento della tassazione in qualunque voce del settore dei giochi di puro intrattenimento sarebbe devastante”. Lo sottolinea Mauro Zaccaria della Tecnoplay, commentando alcune indiscrezioni su un possibile aumento della tassazione nel settore dei comma 7. Misura che potrebbe essere contenuta nel decreto delegato alla legge Delega Fiscale. Misura che, però, non è stata confermata ancora dal Governo.

Quel premio di troppo nell'amusement

La giurisprudenza torna a pronunciarsi sulla questione della responsabilità del gestore/proprietario di apparecchi di intrattenimento comma 7/A con particolare riferimento al tema della rilevanza ‘della buona fede’ del gestore nella ipotesi in cui siano stati inseriti erroneamente - da parte di soggetti, quali i dipendenti, incaricati dall’esercente gestore - all’interno dell’apparecchio, premi di valore superiore alla soglia consentita.

  • Scritto da di Giuseppe Caruso (avvocato del Foro di Verona)
  • Categoria principale: VIDEOGIOCHI e SALE GIOCO
  • Visite: 1523

Eag Expo e Vae: in Regno Unito l’intrattenimento che funziona, l’industria dei Fec cresce del 65%

Londra – Altro che crisi per l’industria dell’intrattenimento e dello spettacolo viaggiante. Almeno, non in Regno Unito dove, secondo un’indagine condotta dall’aassociazione britannica degli operatori dei parchi a tema Balppa, il turnover sarebbe cresciuto addirittura del 65% durante il 2014, quando nel 2013 si era già registrata una crescita del 55%.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.