Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Stati generali amusement: 'Collaborazione ma chiarezza su tempi e costi'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Quinto appuntamento con gli Stati generali dell'amusement, il settore si coordina per fare fronte alle nuove sfide.

Dopo la pausa estiva, nuovo appuntamento, il quinto, con gli Stati generali dell'amusement, il coordinamento di sigle e operatori del settore dell'intrattenimento italiano.

Da essa emerge la convergenza sull'obiettivo di collaborare con l'Agenzia delle dogane e dei monopoli per avere certezze sul futuro delle macchine senza vincita in denaro.

Alessandro Lama, presidente di Confesercenti Amusement, sottolinea che "stiamo creando una piattaforma interna di collaborazione, una banca data per le associazioni così da capire il perimetro della nostra problematica e che servirà a omologatori e Monopoli per capire se le loro previsioni sono fatte in maniera corretta. Non possiamo pensare di camminare lungo una strada che sia diversa da quela della collaborazione".

Fa eco Paolo Dalla Pria, presidente di Sapar Service: "Sono convinto che dialogando il buon senso verrà fuori", mentre Vanni Ferro, presidente di New Asgi, l'associazione delle sale giochi italiane, apprezza l'apertura dei Monopoli ma dobbiamo capire quali nacchine possiamo installare, omologare, le tempistiche e i costi".

Marco Raganini, presidente dell'associazione italiana dei bowling, ritiene importante "il lavoro tra le associazioni" anche per capire come "suddividere iu costi tra i giochi presenti sul territorio".

Marilisa Rizzitelli, rappresentante di Confesercenti e di Federamusement, annuncia "l'intenzione di mandare una lettera al dirigente di Adm Antonio Giuliani "per continuare discorso collaborativo iniziato a giugno. Il tempo è poco, occorre trovare un metodo di lavoro il più consono possibile per arrivare alle finalità che l'amministrazione intende perseguire".

Intanto, questa settimana ci sarà una nuova riunione del tavolo tecnico con gli organismi di certificazione.

 

 

 

Share