skin

Meno gioco e più intrattenimento, anche Sjm sposa la causa del governo di Macao

18 ottobre 2022 - 13:06

La compagnia di casinò Sjm sostiene il desiderio del governo di Macao di promuovere le componenti di non gioco nelle strutture.

Scritto da Mc
mauricio-munoz-TsbHhY09T6c-unsplash

mauricio-munoz-TsbHhY09T6c-unsplash

Sjm Resorts Sa, uno dei sei concessionari di casinò di Macao e uno dei sette offerenti nella nuova gara pubblica per nuovi diritti, sostiene il desiderio del governo della città di fare in modo che il settore dei giochi aumenti la componente non gioco nel settore turistico di Macao. Lo assicura Angela Leong On Kei, uno dei direttori dell'azienda, nel corso di un evento tenutosi presso la proprietà dell'azienda Grand Lisboa sulla penisola di Macao.
La direttrice, come si legge su GgrAsia, ha detto che il settore dei giochi di Macao è ora in una "fase di riforma", dopo venti anni di sviluppo, in ovvio riferimento al periodo di concessione pubblica di due decenni derivante dalla liberalizzazione del mercato all'inizio del secolo in corso.
I sei concessionari di casinò storici di Macao e un nuovo arrivato, Gmm Ltd - quest'ultimo un'unità di Genting Malaysia Bhd - stanno ora facendo offerte ciascuno per una delle sei nuove concessioni di dieci anni.
Il settore dei giochi di Macao è stato impostato su un modello più "diversificato", tramite le attività non di gioco, un approccio sostenuto dal governo di Macao, come ricorda Leong.

"Sjm Resorts, in quanto società radicata a Macao, sosterrà sicuramente pienamente lo sviluppo del paese e le politiche del governo della speciale regione amministrativa di Macao".
Leong è anche co-presidente e direttore esecutivo della società madre di Sjm Resorts Sa, Sjm Holdings Ltd, società quotata a Hong Kong.
Il governo di Macao a fine settembre, ha chiesto agli aspiranti concessionari "un investimento molto più elevato nel non gioco", come evidenziato qualche giorno fa da Credit Suisse.

Altri articoli su

Articoli correlati