skin

Canesi (sindaco Campione): 'Tutte conformi le retribuzioni dei dipendenti comunali'

18 giugno 2024 - 14:32

Il sindaco di Campione d'Italia risponde alle accuse di due consiglieri dell'opposizione in merito alla spesa relativa al personale del Comune.

Scritto da Redazione
canesi.jpg

È lunga e dettagliata la risposta inviata dal sindaco di Campione d'Italia, Roberto Canesi, ai consiglieri di Campione 2.0 Simone Verda e Gianluca Marchesini, che nei giorni scorsi avevano sollevato alcune questioni relative alla spesa relativa al personale del Comune, sottoponendole all'attenzione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Canesi, in particolare, fa riferimento a un articolo pubblicato su Gioconews lo scorso giovedì, 13 giugno, precisando ai consiglieri che riferendosi a una exclave in territorio svizzero, inserita interamente nel contesto elvetico del Canton Ticino, il comune di Campione d'Italia è obbligato a utilizzare come moneta corrente il franco svizzero per tutte le sue transazioni, dai servizi telefonici (forniti da aziende svizzere) al bilancio del comune, dagli stipendi alle imposte, agli appalti e forniture del Comune.

Una peculiarità, ricorda il sindaco, che non è mutata neppure in seguito all'approvazione della direttiva UE 2018/475 che ha incluso Campione nell'ambito del territorio dell'Unione europea.

Di seguito il testo integrale della missiva del sindaco Canesi, che riporta come oggetto: "Articolo apparso su gioconews del 13 giugno 2024, sul tema: 'spese relativa al personale del comune'."

 

"Egregi consiglieri, spiace leggere sui quotidiani locali delle retribuzioni del Comune di Campione d'Italia che sono state oggetto di specifiche normative e interventi da parte dei ministeri competenti e della giustizia amministrativa e del lavoro.

Sottolineo che l'intera materia dovrebbe essere già a vostra conoscenza quali consiglieri comunali di questo comune ed ex amministratori, sulla scorta dell'ordinaria diligenza di controllo e verifica.

L'Amministrazione Comunale ritiene necessario ribadire che il Comune di Campione d'Italia è una exclave in territorio svizzero, inserito interamente nel contesto elvetico del Canton Ticino. L'Ente si trova infatti ad operare nell'ambito dell'economia della Confederazione elvetica ed in particolare:

➤ la moneta corrente è il franco svizzero e tutte le transazioni avvengono in questa moneta;

➤ i servizi telefonici sono svizzeri;

➤ il bilancio del Comune è espresso in franchi svizzeri;

➤ gli stipendi sono corrisposti in franchi svizzeri in conformità al DPR n. 347/83 e Decreto del Ministero dell'Interno n. 15.700 del 13.06.1986 e successive modificazioni ed integrazioni;

➤ le imposte sui redditi delle persone fisiche prodotti a Campione d'Italia sono computate sulla base di un apposito cambio fiscale stabilito con decreto interministeriale;

➤ appalti e forniture del Comune fanno riferimento prevalentemente al mercato svizzero ed i relativi contratti vengono stipulati in franchi svizzeri.

Tale peculiarità del territorio non è mutata neppure in seguito all'approvazione della Direttiva UE 2018/475 che ha incluso Campione nell'ambito del territorio UE; la moneta utilizzata è ancora oggi il franco svizzero e i prezzi dei beni e servizi non sono sostanzialmente mutati rispetto al periodo precedente il 2020, stante proprio il fatto che il quadro economico è rimasto ancorato a quello svizzero.

Da verifiche effettuate la realtà appare diversa da quella da voi rappresentata: gli istituti che caratterizzavano la retribuzione dei dipendenti del comune di Campione erano di varia natura (assegno exclave, assegno integrativo e indennità per differenza cambio).

A seguito di controlli da parte di funzionario del Mef nell'anno 2018 fu' accertata la conformità delle indennità retributive exclave e integrativa, mentre fu' dichiarata non conforme quella corrisposta per differenza cambio. Di conseguenza quest'ultima indennità non è più stata corrisposta dal 2018, né lo è attualmente.

Voglio segnalare ai sottoscrittori della comunicazione che, come ricorderà bene uno di loro, che ha ricoperto a suo tempo la carica di Vice Sindaco senza sollevare alcuna questione a riguardo, nemmeno in relazione all'indennità poi confermata quale illegittima.

E' vero che crescendo si impara, ma...

Pertanto ad oggi la situazione dei dipendenti comunali in riferimento alle retribuzioni, peraltro sostanzialmente conformi a quelle dei comuni limitrofi, appaiono non solo conformi alla legge, ma certamente non riducibili in base al generale divieto della "reformatio in peius" in ambito di diritto del lavoro.

A conferma si richiamano le sentenze intervenute sulla materia (da ultima Spett.le Corte d'Appello di Milano Sezione lavoro n. 401 del 07.05.2024) che hanno confermato la retribuzione complessivamente riconosciuta al lavoratore comunale, condannando sia il Comune di Campione sia (nel caso specifico) lo stesso Ministero.

Ricordo altresì che, per far fronte alla peculiare situazione economica e territoriale, il D.P.R. 57/2022 ha riconosciuto un'indennità integrativa a favore del personale dell'Arma dei carabinieri in servizio presso il Comune di Campione d'Italia per far fronte al maggior costo della vita.

Alla luce del quadro normativo e contrattuale ritengo oziose e giuridicamente superate le questioni stipendiali dei lavoratori campionesi che vivono una realtà svizzera completamente differente da quella italiana.

Auspico comunque un chiaro confronto in Consiglio Comunale sulle varie tematiche e su quelle di rilancio del paese e del casinò, compito della politica, piuttosto che disquisire su annose questioni dove la giurisprudenza è ormai consolidata."

Altri articoli su

Articoli correlati