Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

New Jersey: via libera al disegno di legge sui Fantasy Sports

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

Il disegno di legge sulla regolamentazione dei Daily Fantasy Sports supera il vaglio dell'Assemblea del New Jersey: possibili risvolti nel mondo.

Un altro passo verso la definitiva regolamentazione dei Daily Fantasy Sports negli Stati Uniti (e non solo). E' quello che si è appena compiuto in New Jersey, con l'approvazione definitiva del Disegno di Legge dedicato ai Dfs che prevede il rilascio di regolari licenze statali per gli operatori che intendono operare in questo mercato del gaming.

Il provvedimento aveva già ottenuto il consenso della maggioranza dei senatori, nelle scorse settimana, ma ora, con la votazione definitiva del testo in Assemblea, può essere formalmente adottato e divenire legge di Stato.

LE NOVITA' - Il testo prevede il versamento da parte degli operatori dei Dfs di un contributo annuale pari al 10,5 percento delle vincite per ottenere una licenza e operare da soli o in una partnership con operatori locali di casinò o corse.
 
L'IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE - L'iniziativa legislativa arriva in un momento in cui lo Stato del New Jersey cerca nuove entrate e quindi nuove fonti di reddito per aumentare un budget statale decidamente limitato. Anche se il senatore James Whelan ha spiegato ai media locali che la misura non è tanto destinata a fornire entrate supplementari, quanto più che altro a proteggere quelli che giocano abitualmente ai Dfs, che ora potranno godere di un'offerta legale e garantita dallo Stato.
Al di là delle motivazioni di base, tuttavia, quello che non sfugge a nessuno è il potenziale contributo economico proveniente da queste attività: secondo gli esperti il mercato dei Dfs in New Jersey potrebbe contribuire con circa 6,6 milioni di dollari nelle casse dello Stato.
ATTESA NEL MONDO – Come già spiegato, la regolamentazione dei Fantasy Sport negli Usa non è soltanto una questione statunitense, ma potrebbe interessare il resto del mondo. Italia compresa.
Basta ricordare quello che è avvenuto, ormai diversi anni fa, con il poker texas hold'em, ritenuto da molti – anche nel nostro paese – un fenomeno 'americano' che difficilmente avrebbe potuto attecchire più di tanto in altre realtà, se non come gioco di nicchia, salvo poi diventare un autentico fenomeno di massa in tutto il pianeta. Proprio grazie alla spinta proveniente dagli States, basata su un grande battage mediatico e promozioni di vario genere. Proprio quello che potrebbe accadere anche per i Dfs in caso di completa legalizzazione del prodotto.
Share