Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Stati Uniti: scommesse sportive, business da 15 miliardi di entrate

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Morgan Stanley e le principali società di gioco prevedono un mercato delle scommesse sportive da  7 a 8 miliardi di dollari entro il 2025.

Il mercato delle scommesse sportive degli Stati Uniti potrebbe generare ben 15 miliardi di dollari se tutti gli stati avessero già regolamentato tale attività. E' il dato forse più eclatante emerso dallo Sports Betting Investor Summit di New York, andato in scena nei giorni scorsi sotto l'egida di Morgan Stanley e l'organizzazione di Clarion Gaming, nel quale è stato anche previsto che ben 10 nuovi operatori potrebbero presto aderire al mercato. Mgm Resorts, Hard Rock e Mohegan Sun, principali gruppi di casinò e gaming degli States, hanno pubblicato previsioni simili che si aggirano nell'intervallo dei 6 - 8 miliardi di dollari. Gli specialisti avvertono però che mentre il settore sta crescendo rapidamente, l'alto costo dell'acquisizione dei clienti e la promozione di nuovi affari potrebbe portare al fallimenti di alcuni operatori. "Quando sarà finita la guerra", ha dichiarato Seth Young, Chief Information Officer di PointsBet, "ci saranno molte carcasse là fuori sulla strada". A evidenziare il fatto che il mercato sia condizionato oggi da una specie di “corsa all'oro” e da una frenesia generale che sta facendo spendere forse anche più del dovuto. "È un mercato in crescita in termini di entrate ma è un mercato molto difficile", ha spiegato Scott Butera, Presidente di Interacting Gaming per MGM Resorts International. "Tutti vogliono essere qui. Alla fine penso che vedremo un po 'di agitazione." Tuttavia, Butera crede che le scommesse sportive negli Stati Uniti supereranno anche le cifre descritte nel summit.

Gli investitori e le società di scommesse sportive prevedono che l'industria, oggi in rapida crescita, si posizionerà tra i 7 e gli 8 miliardi di dollari entro i prossimi cinque anni, ma ci potranno essere comunque delle difficioltà. O, comunque, dei fattori critici. L'industria sta crescendo rapidamente nel paese, a un anno e mezzo di distanza dalla pronuncia della Corte suprema degli Stati Uniti che ha abrogato il cosiddeto “Paspa”, aprendo la strada a tutti i 50 stati per offrire scommesse sportive legali. Finora, però solo 14 stati hanno aperto il mercato, mentre molti altri stanno prendendo in considerazione la possibilità.
 
IL RAPPORTO MORGAN STANLEY - La società di investimento Morgan Stanley prevede che il mercato statunitense genererà circa 7 miliardi di dollari di entrate entro il 2025, rispetto agli 833 milioni di quest'anno, come riportato dall'Associated Press. Ciò equivale a una stima di 5 miliardi di dollari che la società aveva emesso meno di un anno fa. Tale importo sarebbe inferiore del 20 percento rispetto ai 41,7 miliardi di dollari registrati dai casinò commerciali negli Stati Uniti nel 2018, e rappresenta comunque un nuovo sostanziale introito che, per gli operatori legali, non esisteva fino a un anno e mezzo fa.
Morgan Stanley ha fornito una stima rialzista di alto livello secondo cui le scommesse sportive potrebbero generare entrate per 15 miliardi di dollari entro il 2025 se tutti gli stati della nazione lo avessero già legalizzato. La sua stima peggiore è di 2,5 miliardi di dollari mercato con solo 22 stati partecipanti. 
La società di ricerca Eilers & Krejcik Gaming, che tiene traccia della regolamentazione e delle entrate delle scommesse sportive, ha affermato che tali cifre sono "molto vicine" alle proprie stime delle dimensioni future del mercato.
 
MERCATO CAPITAL INTENSIVE - Gli operatori continuano a spendere molto per attirare nuovi clienti, che a loro volta devono ancora saltare diversi ostacoli per depositare fondi nei loro conti poiché molte delle principali carte di credito non finanziano le transazioni di gioco d'azzardo. Kresmir Spajic, Senior Vice President of Online Gaming and Sports Betting di Hard Rock International, ha dichiarato che l'80 percento delle transazioni di scommesse sportive europee sono effettuate con carte di credito, rispetto a circa il 30 percento negli Stati Uniti.
 
Vi furono numerose transazioni di scommesse sportive e partnership annunciate in tutto il paese. La National Basketball Association (Nba) e DraftKings hanno annunciato una partnership pluriennale che renderà l'operatore un operatore di scommesse sportive autorizzato della lega. Mentre BetIndiana e Sportradar, il fornitore di dati e contenuti sportivi, hanno siglato una partnership per portare i dati sportivi in ​​tempo reale di Sportradar e gestire i servizi di trading sul bookmaker mobile di BetIndiana.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.