Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Covid-19: sospesi oltre 5mila lavoratori nel gaming spagnolo

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Attraverso l'Erte, "Expediente de Regulación Temporal de Empleo", sono stati sospesi migliaia di lavoratori dell'industria del gaming in Spagna.

In base ai "Regimi di adeguamento per l'occupazione temporanea" istituiti dal governo spagnolo e denominati “Erte” ("Expediente de Regulación Temporal de Empleo") i grandi operatori locali dell'industria del gioco, come Cirsa e Codere, sono stati autorizzati a sospendere migliaia di lavoratori a livello nazionale. Con il coronavirus che si continua a diffondere in tutto il mondo, molti casinò e locali di gioco sono stati costretti a chiudere fino a quando non ci saranno le condizioni per tornare alla normalità: quindi, fino a data da destinarsi. Per questa ragione, per tentare di moderare l'impatto finanziario della pandemia, le aziende spagnole hanno iniziato ad adottare misure drastiche e l'uso dell'Erte, che risulta tra gli strumenti più popolari nel settore del gioco.

L'IMPATTO DEL VIRUS - La Spagna, del resto, è tra i paesi più colpiti dall'epidemia Covis-19, insieme all'Italia: gia nei giorni scorsi ha superato i 100mila casi e la cifra di oltre 9mila decessi in tutto il territorio. Un tasso allarmante di infezione e mortalità che evidenzia la gravità dell'impatto della crisi sanitaria su ogni aspetto della società. In questo senso, un gran numero di attività commerciali ha dovuto chiudere le operazioni per mitigare la diffusione del virus, una misura che potrebbe avere un impatto negativo sulla stabilità finanziaria della maggior parte delle industrie del paese, incluso il settore del gioco d'azzardo.
 
AZIENDE E SOSPENSIONI - L'implementazione del sistema Erte da parte di Cirsa Gaming Corporation colpisce oltre l'83,5 percento della sua forza lavoro in Spagna, che conta circa 5.300 dipendenti. La società è stata costretta a fare affidamento su questo programma dopo la chiusura di tutti i suoi casinò, sale da bingo e negozi di scommesse a marchio Sportium. Cirsa ha anche dovuto chiudere i suoi bar e ristoranti, dove gestisce oltre 85mila slot machine. Circa 4.425 dipendenti lavorano nelle proprietà che Cirsa ha dovuto chiudere in Spagna. 
Alcune delle società di proprietà del Gruppo Codere si sono avvalse del regime Erte, con la sospensione iniziale di 1.071 dipendenti (circa il 69 percento della forza lavoro totale in Spagna). Il gruppo stima che gli spostamenti continueranno e alla fine interesseranno circa l'85 percento della sua forza lavoro a livello locale (il 12 percento del numero totale dei dipendenti del gruppo in tutto il mondo). In altre giurisdizioni, la società ha adottato misure di emergenza simili in base alle diverse direttive imposte da ciascun governo locale.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.