Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

L'Abbate sottosegretario al Mipaaf, filiera ippica: 'Ora avanti con la riforma'

  • Scritto da Fm

La nomina a sottosegretario alle Politiche agricole di Giuseppe L'Abbate riporta un po' di speranza fra gli operatori della filiera ippica, che tornano a chiedere la riforma del settore.


"Farò parte della squadra del nuovo Governo guidato da Giuseppe Conte come sottosegretario alle Politiche agricole. Abbiamo tante sfide da affrontare, molte già intraprese in questi primi 14 mesi con il Movimento 5 Stelle alla guida del Paese e che dobbiamo portare avanti. Ringrazio il sottosegretario Alessandra Pesce per il lavoro svolto e mi auguro di potermi mettere presto al servizio dell’intero primo settore. E ringrazio soprattutto chi ha riposto in me fiducia e dimostrato stima per ciò che ho fatto in questi 6 anni in Parlamento. Ripagherò con impegno e dedizione, nella speranza di lasciare un’Italia migliore di quella che abbiamo ereditato. Avanti!".

 

Si presenta così, con un post sulla sua pagina Facebook, Giuseppe L'Abbate, nuovo sottosegretario alle Politiche agricole e vecchia conoscenza del mondo dell'ippica, membro della commissione Agricoltura alla Camera e artefice, nel 2018, di una proposta di legge per l'istituzione di una consulta per il rilancio del settore e, negli anni, di molti emendamenti, interrogazioni e ordini del giorno sul tema.
 
 
All'indomani della sua designazione, abbiamo raccolto i commenti della filiera, a cominciare da Attilio D’Alesio, presidente del Coordinamento ippodromi.
"Confermiamo la grande stima nei confronti della ministra Teresa Bellanova, della quale abbiamo molto apprezzato le recenti dichiarazioni e che da quando è stata nominata sta lavorando, con grande impegno, presso il ministero. Prendiamo atto, con grande fiducia, della nomina a sottosegretario di Giuseppe L’Abbate, membro della commissione Agricoltura, con il quale, più volte, abbiamo avuto modo di parlare della gravissima crisi che il settore sta attraversando e della necessità urgente di un suo rilancio.
Ci auguriamo quindi di essere presto convocati e di avviare finalmente il migliore 'percorso' per giungere ad una buona e non più rinviabile riforma complessiva dell’ippica".
 

Sulla stessa lunghezza d'onda Concetto Mazzarella, presidente dell'Uni - Unione nazionale ippodromi. "È una nomina positiva, visto che L'Abbate conosce il settore e se ne è già occupato in commissione Agricoltura, per diversi anni. I miei auspici e le mie richieste? Garantire le risorse per il 2020 e mettere in piedi, finalmente, una riforma organica del settore".
 
 
Si aggiunge al coro degli ottimisti anche Roberto Faticoni, segretario del Siag - Sindacato italiano allenatori guidatori. "Dopo la nomina della ministra Bellanova al Mipaaf è arrivata anche quella dei sottosegretari, fra cui figura Giuseppe L’Abbate. Come già fatto con tutti i ministri e i sottosegretari che sono passati con i governi precedenti, auspichiamo che si accolgano le richieste che da tempo abbiamo presentato: la riforma delle scommesse (già legge ma bloccata da qualcuno), la governance del settore (enti tecnici), la velocizzazione dei pagamenti (60 giorni), il bando tv (in chiaro), la convenzione degli ippodromi.
E, cosa molto importante, che non ci sia nessun taglio alle risorse per il settore ippico.
La nostra associazione sarà sempre a disposizione di chi farà il bene dell’ippica!!".
 

Infine Pier Luigi D'Angelo, presidente di Ippodromi Partenopei, conclude: "È un'ottima notizia. È una persona seria e competente, in particolare sempre presente nelle vicissitudini del settore ippico. Sono convinto che si impegnerà con determinazione per la nostra causa.
Inoltre, ho letto che il ministro Bellanova avrebbe molto a cuore le filiere agricole: benissimo! La filiera ippica, vanto internazionale per il nostro Paese, può trovare un'indubbia valorizzazione se attenzionata con la doverosa competenza".
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.