Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Awp e Vlt: nuove norme di ritorno da Bruxelles, per slot il futuro è già passato

  • Scritto da Ac

La doppia notifica inviata dai Monopoli di Stato a Bruxelles sulle nuove norme per slot e Vlt prevede la scadenza dello stand still il 14 maggio: ma per le slot la norma è già decaduta.

 

Scade oggi, martedì 14 maggio, il periodo di stand still previsto per la nuova normativa tecnica che si prepara a modificare le regole di produzione degli apparecchi da intrattenimento italiani, in seguito alla doppia notifica inviata dai Monopoli di Stato a Bruxelles lo scorso 13 febbraio. O, almeno, in teoria. Sì, perché il periodo di gestazione delle norme tecniche – come previsto dalla procedura comunitaria – può essere ulteriormente allungato, per un periodo di altre 30, 60 o 90 giorni, in caso di richieste di chiarimenti pervenute dalla Commissione Europea o da altri Stati Membri che possono inviare le proprie osservazioni. Spetta però alla stessa Commissione, attraverso il proprio dipartimento Imprese, valutare se la natura delle osservazioni proposte meriti approfondimenti e, quindi, se sia necessario prorogare i termini. Altrimenti arriverà già domani il via libera ufficiale che consentirà al regolatore italiano di proseguire il proprio iter amministrativo emanando in via definitiva le nuove regole, dandone disposizioni attuative.

Dopo le prime osservazioni, di carattere puramente formale, già avanzate dalla Commissione europea, di cui avevamo dato notizia in anteprima, sono pervenute nelle ultime ore altre richieste di chiarimenti, da parte si soggetti privati, le quali evidenzierebbero alcune presunte anomalie. In particolare, tra le osservazioni ricevute dall'organo comunitario – secondo quanto apprende GiocoNews.it da fonti istituzionali – viene evidenziato come l’obbligo dei dispositivi di lettura di codici a barre, previsto per l'identificazione dei giocatori tramite tessera sanitaria, che è alla base della notifica, è da ritenere contrario alle norme comunitarie e alle Direttive comunitarie 2002/21/CE , 2002/22/CE, 2002/58/CE oltre alle successive 2006/24/CE, 2009/136/CE e al regolamento n.2006/2004 sulla cooperazione tra le autorità nazionali, responsabili dell’esecuzione della normativa a tutela dei consumatori.
Questo perché, a detta degli scriventi, i cittadini comunitari ed extracomunitari eventualmente non in possesso di una tessera sanitaria o documento analogo di tale formato, cioè contenente codice a barre per l’individuazione della data di nascita, non avrebbero accesso ai giochi. Per una potenziale limitazione ai servizi circolanti all'interno dell'Unione. Ora, come detto, la parola spetta al Dipartimento imprese della Commissione europea, per capire se saranno necessari altri giorni di attesa e, soprattutto, se occorrerà modificare la norma. Altrimenti le nuove regole tecniche potranno essere applicate già da domani dal regolatore. Sia sulle slot che sulle Vlt.
Anche se, in realtà, le nuove disposizioni andranno ad impattare unicamente sulle Vlt. Sì, perché, come già evidenziato su queste pagine, le nuove regole tecniche per gli apparecchi Awp, sono da ritenere già superate ancor prima di essere attuate. Questo a causa dell'emanazione del decreto su Reddito di cittadinanza il quale, come noto, è intervenuto nuovamente sugli apparecchi da intrattenimento prevedendo che l’introduzione della tessera sanitaria per l’accesso agli apparecchi Awp deve intendersi riferita agli apparecchi che consentono il gioco pubblico da ambiente remoto, quindi non alle attuali slot, ma alle future (cosiddette) “AwprR”. Poiché tale decreto è stato formalmente approvato soltanto il 28 marzo, cioè il mese successivo all'invio della notifica a Bruxelles delle regole tecniche, è evidente che la nuova legge supera automaticamente quanto previsto dalla notifica, ma solo per le Awp. Con le nuove norme che quindi decadono già prima di entrare in vigore. Mentre rimane in fase di attuazione l'iter relativo alle videolottery, pronte per un nuovo e ulteriore cambiamento, dopo l'introduzione delle nuove regole dello scorso aprile e il recente aggiornamento del payout.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.