Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Mazzucato (Acmi): ‘Sicurezza su apparecchi è un valore per filiera’

  • Scritto da Ac

Al convegno organizzato da Acmi, Mazzuccato centra l'attenzione sui temi della sicurezza degli apparecchi da intrattenimento.

Roma - “Non possiamo che essere d’accordo sulla volontà del legislatore di introdurre misure ulteriori di sicurezza sugli apparecchi da intrattenimento, come è stato fatto attraverso le ultime disposizioni legislative. Anche se l’accesso al gioco da parte dei minori, per quanto riguarda le slot, è davvero minimo per non dire raro è evidente che qualunque strumento, come quello del lettore di tessera sanitaria, è da considerare il benvenuto, non solo per ridurre ulteriormente i rischi ma anche e soprattutto per diffondere la consapevolezza di un gioco sicuro e controllato”.

A parlare è Roberto Mazzucato, presidente dell’associazione dei costruttori di giochi Acmi Interactive, al convegno dal titolo "La tutela del consumatore", in programma oggi, mercoledì 15 maggio a Roma.
 
"Si passa anche per la tutela della filiera del gioco legale - continua Mazzuccato - perché solo attraverso il mantenimento di un’offerta di gioco statale, qualificata e controllata, si può arginare il fenomeno dell'illegalità e la diffusione di comportamenti patologici.
 
Questo è un valore fondamentale per la filiera ma che ancora oggi sfugge agli occhi dell’opinione pubblica, e questi è un altro fronte importante da non dimenticare e sul quale lavorare”.
 
“La nostra proposta è quella di utilizzare un sistema di gioco responsabile sugli apparecchi, che consenta il passaggio di messaggi mirati ai giocatori per dissuaderli da eventuali comportamenti insani o a rischio. Esiste una regola tecnica già oggi che prevede l’introduzione e l’impiego di messaggi sulle slot è quello che proponiamo è di attuarla in modo utile e concreto”.
 
La tecnologia al servizio della sicurezza. È questo l'argomento principale del convegno di Acmi di oggi, che ha coinvolto i massimi rappresentanti del mondo politico e istituzionale, oltre all'Agenzia delle dogane e dei monopoli e Sogei, partner tecnologico della pubblica amministrazione e all'Anci, associazione nazionale dei Comuni, allo scopo di illustrare e approfondire le novità che andranno a caratterizzare il futuro del comparto in un'operazione di messa in sicurezza del sistema.

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.