Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco sospeso, mannaia sulle casse dello Stato: da Awp -51%

  • Scritto da Redazione

La chiusura prolungata di molte attività di gioco provoca una voragine di 5 miliardi nelle casse dello Stato rispetto al 2019, tutti i numeri del conto riassuntivo del Tesoro.

Quella che da sempre rappresenta una certa garanzia per le casse dello Stato, nel corso del 2020 ha subito uno stop così prolungato, che ancora prosegue, tale da generare un effetto mannaia proprio sulle entrare erariali: l'attività del gioco; la stessa sulla quale si è abbattuta l'emergenza Covid-19, generando nei conti del Tesoro una voragine di ben 5 miliardi, un calo del 34% rispetto al 2019.

A fare le spese dello stop, a giudicare dai dati, più di tutti le Awp: se infatti nel 2020, gli incassi per entrate del bilancio dello Stato da lotto, lotterie ed altre attività di gioco superano i 9,8 miliardi di euro, dal prelievo erariale sugli apparecchi arrivano 3,2 miliardi; può sembrare una cifra consistente ma il calo registrato rispetto all'anno passato è del 51%, a causa del lockdown che ha portato alla chiusura delle sale e allo spegnimento delle slot nei locali pubblici.

Ammontano invece a 5,9 miliardi i proventi del lotto (-22%), mentre 227 milioni arrivano da altre attività di gioco (-27%); 313 milioni derivano dalla quota del 40% dell’imposta unica sui giochi di abilità e sui concorsi pronostici (+34,9%). Altri 47,8 milioni arrivano dal diritto fisso erariale sui concorsi pronostici (-30,3%). Tra le entrate extra-tributarie, figurano i proventi del versamento di somme da parte dei concessionari degli apparecchi, pari a 17,8 milioni di euro (-17%), gli 8 miliardi dei Gratta e vinci (-11%), 1,4 miliardi dai proventi derivanti dal gioco del bingo (-7,3%), i 244 milioni dei proventi relativi ai canoni di concessione per la gestione della rete telematica relativa agli apparecchi e ai giochi numerici a totalizzatore nazionale (-43,9%). Altri 455 milioni arrivano dalla ritenuta del 6% sulle vincite del gioco del lotto (-12%).

 

Share