Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Daily Fantasy Sports: l'offerta di gioco può ripartire a New York

  • Scritto da Vincenzo Giacometti
  • Published in Generale

Il regolatore dello Stato di New York stabilisce la ripartenza dei Daily Fantasy Sports dopo lo stop di nove mesi fa.

 

Con una comunicazione ufficiale inviata dalla New York State Gaming Commission alle cinque società che forniscono giochi in modalità Daily Fantasy Sports – ovvero, i giganti DraftKings e FanDuel, insieme a Yahoo, Fantasy Draft e Draft – viene illustrata la possibilità di riprendere la propria attività dopo l'interruzione stabilita dal legislatore nove mesi di fa, considerandolo un'offerta illegale, assimilabile alle scommesse sportive online, non ancora legali nello stato americano.

 

L'organismo ha quindi emesso delle licenze temporanee per le cinque società, mentre si procede con l'elaborazione di norme specifiche che deriveranno dal disegno di legge approvato dal legislatore nel mese di giugno e convertito in legge dal governatore Andrew Cuomo a inizio agosto. Tutto questo mentre sulla costa opposta, nello Stato del Nevada, si discute della regolamentazione degli stessi giochi che potrebbe portare all'apertura definitiva di questa attività negli States, tenendo conto della valenza strategica del territorio in materia di gioco.

L'agenzia ha rassicurato il settore (e il popolo dei contrari) spiegando che le imprese dei Dfs dovranno rispettare i vari aspetti stabiliti dalla nuova legge, comprese le nuove misure di salvaguardia dei consumatori e - per Albany - il pagamento delle imposte sui ricavi delle scommesse ricevute all'interno dello stato di New York.
"Mentre la Commissione continua il lavoro sui regolamenti formali per questi giochi, i permessi temporanei permetteranno a queste aziende di ripartire, offrendo adeguate tutele ai giocatori", ha spiegato il direttore esecutivo della Gamling Commission, Robert Williams.
IL RETROSCENA - L'industria dei Dfs lo scorso autunno era finita nell'occhio del ciclone per mano de procuratore generale Eric T. Schneiderman, che aveva emesso un ordine di cessare le attività a FanDuel e DraftKings; poi, dopo una battaglia legale proseguita fino allo scorso marzo, entrambi gli operatori hanno deciso di arrendersi e di sospendere le giocate. In cambio, Schneiderman ha dato il tempo necessario per cercare di convincere il legislatore a rendere questo tipo di giochi legittimi all'interno dello Stato di New York.
Lo scorso giugno, il Senato e l'Assemblea, a fronte di un'opposizione da parte dei sostenitori del fronte "anti-gioco d'azzardo" e del settore dei casinò terrestri, hanno definito i Dfs come "giochi di abilità", da sottoporre alla regolamentazione della gaming commission.
RIPARTE L'OFFERTA - E ora, all'indomani della comunicazione e del nuovo via libera, le società di Fantasy Sports stanno subito riallestendo la propria offerta allo scopo si ripartire in vista dell'evento sportivo per loro più redditizio: la National Football League.
I permessi temporanei scadranno dopo 90 giorni dall'entrata in vigore del regolamento statale in fase di elaborazione, di cui non si conosce però ancora alcuna ipotesi di data.
Ma la battaglia non è destinata a placarsi, con gli antagonisti che sostengono che Cuomo non abbia l'autorità per definire che tipo di gioco d'azzardo è consentito a New York; sostenendo che tale autorità è derivabile unicamente attraverso un cambiamento della Costituzione dello Stato, come è stato fatto per il settore dei casinò commerciale tramite un referendum a livello statale nel 2013.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.