skin

L'antimafia diventa un'esperienza immersiva in Italia e un Museo

21 aprile 2023 - 11:37

Un progetto multi-sito che commemora la risposta dell'Italia alla criminalità organizzata inizia con un Museo della mafia, immersivo, in arrivo a Palermo.

falcone e borsellino.jpg

Un Museo della Mafia. O, meglio, contro la Mafia: che ha cioè l'obiettivo di diffondere la consapevolezza e di promuovere il contrasto alla criminalità organizzata. E' il progetto che sta per sorgere in Italia e che ricorre alla tecnologia immersiva, tipico dell'industria dell'intrattenimento, per coinvolgere in maniera più profondo i visitatori. Nel museo, ci saranno degli artefatti prestati dai musei italiani che includono materiale d'archivio come documenti, film e fotografie, oltre a stimoli che richiamano la vista, il suono e il profumo.

Il progetto è stato ideato dall'ente di beneficenza antimafia Fondazione Falcone, per un'iniziativa che fa seguito a un evento correlato nel 2022, in occasione del 30° anniversario dell'omicidio del giudice antimafia Giovanni Falcone. L'obiettivo è quello di essere "non solo un museo della memoria, ma anche un luogo dinamico dove le persone possono incontrarsi".

Maria Falcone, sorella del compianto Giovanni e presidente della Fondazione Falcone, ha presentato così l'iniziativa: “Questo, per noi, è un modo per riconoscere il coraggio di una città che negli anni ha trovato la forza di resistere all'attività criminale, con passione civica, responsabilità sociale e autonomia culturale”.

Il primo museo avrà sede nella città di Palermo, all'interno dell'edificio di Palazzo Jung, con altre due sedi che includeranno uno spazio storicamente legato al giudice Falcone, nel centro di Roma, poiché confiscato alla mafia, e uno spazio di co-working a Bolzano per professionisti della cultura, ma anche per ricercatori politici e ambientali.

Altri articoli su

Articoli correlati