Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Senato, Italia viva: 'La pubblicità del gioco nuoce allo sviluppo dei minori'

  • Scritto da Redazione

Passa l'emendamento di Ginetti e Cucca (Iv) alla legge di delegazione europea 2019 che ribadisce il divieto di pubblicità del gioco e chiede maggiore tutela dei minori.

La XIV commissione del Senato, che si occupa di politiche europee, ha accolto un emendamento al disegno di legge recante "Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2019", relativo alla trattazione della materia pubblicitaria con esplicito riferimento al gioco.

Il Ddl prevede che "i fornitori di servizi di media, comprese le piattaforme social, forniscano agli utenti informazioni sufficienti in merito a contenuti, anche pubblicitari, che possano nuocere allo sviluppo fisico, mentale o morale dei minori".

È in questo stesso comma, con l'accoglimento della proposta di modifica avanzata dai senatori di Italia Viva Nadia Ginetti e Giuseppe Cucca, si legge: "Ivi compreso il divieto di pubblicità relativa al gioco d'azzardo (di fatto già in vigore, Ndr), prevedendo inoltre specifiche misure nei confronti di chi utilizza profili fittizi di soggetti inesistenti ovvero tramite l'appropriazione di identità altrui, al fine di alterare lo scambio di opinioni, per ingenerare allarmi, per trarre vantaggio dalla diffusione di notizie false".
 
Share