Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Delega fiscale e gioco, Iori (Conagga): “Si punti di più su sensibilizzazione sul territorio”

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Nelle settimane che seguono la commissione Finanze prima, e l’Aula della Camera poi, saranno impegnate a fondo nell’esame del disegno di legge delega in materia fiscale che come noto contiene un intero articolo dedicato al settore del gioco e alla necessità di un suo riordino normativo.

A tale proposito sono molti gli auspici degli operatori sociali: “La delega fiscale – sottolinea il presidente del Conagga, Matteo Iori - può essere uno strumento concreto per attuare misure di contrasto al gioco d’azzardo patologico. Più volte autorevoli membri dei partiti di governo hanno ufficialmente detto di voler intervenire su questo settore, ma per ora si è rimasti alle sole parole; vedremo se con la delega fiscale seguiranno i fatti”.

 

I PUNTI DEBOLI - Tuttavia Iori evidenzia: “Nonostante siano diverse le cose positive che si notano nella delega fiscale, dispiace vedere ben poco sul gioco d’azzardo patologico: non si parla di interventi di prevenzione, non si parla di interventi di sensibilizzazione sul territorio e ci si riduce a ipotizzare solo un fondo per la cura della ‘ludopatia’. A parte il fatto che la politica dovrebbe cominciare a chiamare la dipendenza da gioco con il suo termine esatto, non ludopatia ma ‘gioco d’azzardo patologico’ come nel resto dei paesi internazionali, auspico che al fondo seguano conseguenti scelte di rinforzo dei servizi pubblici per le dipendenze e parificazioni normative che permettano, a chi ha questa forma di dipendenza, di ricevere gli stessi aiuti che sono concessi a chi ha una dipendenza da sostanze”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.